Mafia Capitale: Pignatone con giunta Alemanno esplosione cooperative

Mafia Capitale Pignatone con giunta Alemanno esplosione cooperative

E’ il capo della procura di Roma, Giuseppe Pignatone, a parlare rivelando alcuni particolari interessanti in merito all’audizione su Mafia Capitale.

Con la giunta guidata dall’allora sindaco Gianni Alemanno si registra l’esplosione del fatturato delle cooperative che ruotavano attorno alla figura di Salvatore Buzzi”, queste le prime dichiarazioni molto interessanti, verso al commissione Antimafia.

Sotto la giunta Alemanno e’ avvenuta anche la nomina di soggetti graditi al vertice di societa’ partecipate dal Comune. Ma anche con l’amministrazione successiva, il gruppo che fa riferimento a Buzzi ed a Massimo Carminati poteva contare su amici e propri candidati. Le indagini hanno portato alla luce il metodo raffinato con cui il sodalizio criminoso si inseriva negli apparati comunali con una attivita’ di lobbyng illecita finalizzata ad imporre nomi o ad ostacolare e rimuovere quei soggetti con i quali non era possibile intavolare accordi”.

Non siamo in presenza di un’associazione mafiosa tradizionale, queste le parole di Giuseppe Pignatone, nonostante la Cassazione abbia confermato il metodo mafioso legato all’intimidazione:

Tutto sommato Carminati e Buzzi erano tranquilli sull’esito delle elezioni. La loro preferenza andava alla continuazione della giunta precedente, ma non si aspettavano particolari problemi qualunque fosse stato l’esito del voto”.

About Redazione 936 Articles
Contenuti pubblicati dalla redazione di Piazza Armerina, scritti a quattro mani da più content writer, sempre aggiornati con le ultime news dal web.