Funghi commestibili con la D, E ed F: elenco completo e dettagliato

I funghi commestibili sono l’accompagnamento perfetto per primi e secondo, danno un tocco particolare, diverso, saporito e anche buonissimo.
A volte sono anche in mezzo ai sughi il ragù è davvero eccezionale, speciale e ricercato dai buon gustai.
Se si vuole andare sul sicuro è meglio comprarli al supermercato o recarsi dove una persona li cura e coltiva tutto l’anno perché se si va alla caccia di funghi nei boschi alcuni possono essere anche molto velenosi e tossici.

L’elenco dei funghi continua, così da poter essere di aiuto agli appassionati di funghi e boschi, vediamo ora quali sono e che caratteristiche hanno quelli con le iniziali D, F ed E.

Elenco completo e dettagliato

D:

  • Dormiente: fungo che nasce e cresce durante l’inverno in pieno freddo con la neve e il gelo, per questo è moto difficile da trovare anche se bisogna ricordarsi che sbuca da sotto gli abeti e faggi, .
    Il cappello è grande circa 10-12 cm, è di colore grigio chiaro con macchie bianche per quelli giovani, mentre quelli più maturi il colore cambia diventando grigio scuro.
    Il gambo è a forma di cilindro dall’aspetto robusto e ha il diametro di circa 3 cm ed è alto 7 cm.
    La carne di questo fungo e densa e bianca, non ha particolari odori e il gusto è anche molto delicato che difficilmente si sente.

E:

  • Edulis boletus: è chiamato anche “re dei funghi” per il suo aspetto grosso, robusto e anche importante.
    Fa parte della famiglia dei porcini, nasce durante la primavera e l’estate soprattutto in montagna, il gambo è alto sui 12 cm, di color nocciola e ha un diametro di 15 cm, il cappello è grande e robusto color marrone lucido.
    La carne è moto buona, prelibata e dolce, inoltre è soda e compatta al tatto, inoltre è profumato che ricorda molti aromi.

F:

  • Famigliola buona: tipo di fungo che nasce numeroso durante l’autunno, di solito si trovano sotto gli alberi morti o i loro resti, soprattutto di abeti, lecci e faggi, ma anche sotto gli alberi vivi sono presenti.
    Il cappello è largo, aperto sui 15 cm e rivolto verso l’alto, colorato come se fosse abbrustolito, quindi ha sfumature bianche, gialle e marroncine, il gambo è curvo e rivolto verso l’alto ed è di colore giallo.
    È commestibile solo il cappello, l’odore non si sente mentre il sapore ricorda l’aglio.
  • Finferla: è simile al fungo gallinaccio ma il colore è totalmente diverso.
    Nasce e cresce durante l’autunno, settembre è il mese in cui se ne trovano di più.
    Il cappello e aperto e al centro è infossato, colorato tutto di marrone scuro, sotto il cappello le pieghe sono color rosa arancione, il gambo invece è liscio, color giallo scuro e dentro è scavato.
    La carne ha un sapore delicato e il profumo è quello dei funghi.
  • Finferlo: fungo molto pregiato che si trova soprattutto in estate.
    Ha il cappello aperto e rivolto ai margini verso l’alto e sembra una gonna svolazzante al vento, il colore è giallo acceso e sotto più scuro, i gambi sono corti e sbucano poco dal suolo.
    Il sapore è molto buono e la carne densa, può essere mangiato insieme ad altri funghi o accompagnare secondi di carne.
  • Fistulina hepatica: fungo particolare che cresce sulla corteccia degli alberi di querce e castagni, è un fungo parassita ma per noi è commestibile.
    Il cappello è diviso a metà e ha il diametro di circa 15-20 cm di un colore rosso fuoco, dato che cresce sugli alberi non ha gambo ed è uno dei pochi funghi che è possibile mangiare da crudi, solo quelli giovani, perché la cottura rovina il sapore ed emette un odore sgradevole.