Alitalia: faccia a faccia tra i vertici della compagnia ed il Governo

Alitalia news

C’è grande attesa per oggi per l’incontro che avverrà tra i vertici della ex-compagnia di bandiera, i soci di Alitalia ed i rappresentanti del Governo presso gli uffici del Ministero dello Sviluppo economico.

Gli argomenti all’ordine del giorno sono diversi e soprattutto su alcuni bisognerà trovare una soluzione che metta d’accordo tutti, sindacati e lavoratori compresi.

Ultimamente infatti i vertici del Governo si sono molto irritati per la novità presente nel nuovo piano industriale di Alitalia, che prevede oltre 1.600 nuovi esuberi dopo i tagli drastici degli ultimi anni.

Alla riunione di oggi parteciperanno i vertici di Alitalia, i rappresentanti di Etihad e soprattutto quelli dei grandi soci, Intesa Sanpaolo ed Unicredit, i due istituti che grazie alla linea di credito da 180 milioni di euro stanno permettendo ad Alitalia di continuare a volare.

In vista divisione tra corto e lungo raggio

Durante l’incontro, oltre agli esuberi previsti dal piano industriale, si parlerà del futuro della compagnia aerea nel medio e lungo termine per cercare di garantirne la sopravvivenza ed il ritorno all’utile.

Le voci vedono Alitalia puntare sempre più verso una divisione della compagnia in due, con una parte che si occuperà delle tratte a lungo raggio tramite la cancellazione di quelle meno redditizie e l’apertura di nuove rotte, soprattutto verso gli Stati Uniti e la Russia.

La parte della compagnia che si occuperà di corto e medio raggio invece, vedrà l’abolizione delle tratte peggiori per la compagnia come la Fiumicino Malpensa e la Fiumicino Reggio Calabria, che perde oltre un milione di euro al giorno.

Inoltre si provvederà ad un forte contenimento dei costi con flotte più snelle e servizi in competizione con le low cost, come biglietti scontati, offerte e maggiori servizi offerti a pagamento.