Camomilla in gravidanza: si può bere? Fa bene o male? Qual è il parere medico?

Il periodo della gravidanza é uno dei più belli per la vita di ogni donna e per l’intera famiglia del nascituro: è naturale proiettarsi nel futuro ed immaginare la propria vita in compagnia di una nuova vita.

Oltre ad essere uno dei periodi più belli, è senz’altro pregno di insicurezze e di preoccupazioni. Durante la gestazione, infatti, bisogna fare grande attenzione alla routine che si segue, alla dieta e anche alle abitudini: una cattiva routine potrebbe influire negativamente sullo sviluppo del bambino. In questa guida oggi ci occupiamo della camomilla, ed in particolare tutti i pareri riguardo l’assunzione durante la gravidanza: si può bere o fa male?

Quando siamo un po’ nervosi oppure se quando abbiamo bisogno di un “aiutino” per rilassarci, la prima cosa che ci viene in mente è quella di assumere un po’ di camomilla. Ebbene sì, la camomilla è davvero un toccasana ed un rimedio fondamentale: le sue proprietà calmanti oltre che l’effetto ipoglicemizzante per il diabete, vengono utilizzati ormai da secoli da parte della popolazione. Tuttavia, durante il periodo della gestazione, è necessario prestare maggiore attenzione al fine di salvaguardare il feto.

Proprietà

Bere camomilla durante la gravidanza non é sconsigliato, tuttavia si deve prestare una certa attenzione. Fra le proprietà troviamo quella di agevolare la digestione, alleviare i dolori del collo e della sciatica e può essere anche un ottimo impacco lenitivo per le emorroidi, oltre che per agevolare il sonno.

Tuttavia essendo un rimedio naturale, un erba, é necessario non abusarne e contattare sempre il proprio medico di fiducia. Una delle cose da ricordare è proprio quella di non lasciare la camomilla in infusione per troppo tempo: questo rende, infatti, la camomilla un eccitante e può generare diarrea e dolori intestinali. Inoltre, se soffrite di insonnia, è bene non esagerare in quanto un consumo eccessivo potrebbe produrre contrazioni uterine. In generale durante la gravidanza é sconsigliato l’utilizzo di prodotti fitoterapici: al contrario, per ridurre ansia e stress, sono consigliati esercizi di rilassamento.