Alimentazione sana per il cuore e integratori naturali

Alimenti a basso contenuto di sale e calorie, cotture semplici e naturali sono alcuni dei principali consigli che gli esperti rivolgono ai propri pazienti che soffrono di problemi cardiaci. L’alimentazione è il motore che consente al nostro organismo di funzionare correttamente, e un corretto apporto di nutrienti può essere fondamentale per garantire un perfetto funzionamento di tutti gli organi.

Quando si soffre di problemi cardiaci è bene insieme al proprio medico stabilire un piano alimentare personalizzato, nel quale inserire tutti gli alimenti alleati del benessere del cuore e laddove necessario introdurre anche l’assunzione di appositi integratori naturali, come Detonic.

Stile di vita e abitudini

Per aiutare la salute del nostro cuore è importare agire sul proprio stile di vita con abitudini sane a tavola, una regolare attività fisica e seguendo tutti i consigli del proprio medico. Queste “regole” possono contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e possono anche aiutare a facilitare la ripresa di coloro che soffrono di ipertensione.

Età, sesso maschile e fattori ereditari possono influenzare l’insorgenza di malattie a carico del cuore, prime fra tutte l’infarto o l’ictus. Spesso però, gli esperti attribuiscono le cause di queste patologie a uno scorretto stile di vita nel quale la persona fuma, trascura malattie come il diabete e colesterolo. Invece, corrette abitudini alimentari e comportamentali possono essere utili non solo per scongiurare il rischio di possibili malattie cardiovascolari ma anche per tenere sotto controllo tutti i valori.

Dieta alleata della salute del cuore

Non esiste una dieta che sia uguale per tutti, ma ogni persona necessita di un piano alimentare personalizzato sulla base delle proprie condizioni di salute generali, tenendo conto di eventuali terapie farmacologiche in atto. Per fare ciò, è sempre opportuno rivolgersi a uno specialista che potrà guidare la persona verso scelte adeguate e consigliare, laddove ce ne sia una reale necessità anche l’assunzione di integratori naturali.

Sempre più specialisti, infatti, consigliano a coloro che soffrono di problemi di pressione, l’assunzione di un integratore naturale: Detonic. Si tratta di un prodotto, come affermato dall’azienda produttrice realizzato con una miscela di ingredienti naturali selezionati da un team di esperti. Le capsule sono contenute all’interno di una pratica confezione con chiusura ermetica salva freschezza, acquistabile senza la necessità di alcuna prescrizione medica sul sito ufficiale del prodotto. Qui trovi testimonianze reali su Detonic, rilasciate da utenti che ne hanno effettuato l’acquisto.

L’assunzione dell’integratore è da intendersi come un supporto a una corretta alimentazione, all’interno di uno stile di vita equilibrato nel quale si pratica regolarmente attività fisica. Per chi è reduce da patologie cardiache, gli esperti raccomandano di seguire una dieta che possa assicurare un corretto apporto di grassi, proteine, carboidrati e che non preveda il consumo di bevande alcoliche.

Per aiutare il cuore è possibile:

  • in caso di sovrappeso oppure di obesità, parlare con il proprio medico per intraprendere un percorso alimentare a basso contenuto calorico;
  • ridurre il consumo di sale, quindi seguire una dieta iposodica che aiuti a limitare l’aggiunta del sale alle pietanze già cotte. La riduzione del sale deve avvenire limitando anche il consumo di tutti quei prodotti che lo contengono come condimenti, margarine, dolci, bevande che mascherano la presenza del sale con altri nomi;
  • consumare con moderazione pane e prodotti da forno che sono fonte di sale;
  • evitare il consumo di alimenti conservati sotto sale e sott’olio, precotti o preconfezionati e salse come la maionese;
  • prediligere le cotture a vapore, ai ferri, alla griglia e al cartoccio per carne e pesce, lesso, al vapore o al forno per le verdure;
  • evitare il consumo delle fritture.

Coloro invece, che sono sottoposti a terapie anticoagulanti devono prestare attenzione al consumo di alimenti ricchi di vitamina K, in quanto questa può svolgere una leggera azione coagulante che potrebbe interferire con i farmaci. In ogni caso, prima di modificare il proprio regime alimentare è bene consultarsi con il proprio medico.

Consigli utili

Non solo la qualità del cibo ma anche le quantità possono essere fondamentali per non affaticare le funzioni del cuore. Ecco perché gli esperti consigliano solitamente di:

  • ridurre il consumo di carni lavorate e insaccati a non più di una volta a settimana;
  • privilegiare le carni bianche e limitare quelle rosse a una, due volte a settimana nella quantità di 100g a settimana;
  • aumentare il consumo del pesce a 3-4 volte a settimana, scegliendo pesce azzurro che contenga Omega3;
  • prestare attenzione al consumo delle uova, che non dovrebbe superare la quantità di 4 a settimana;
  • preferire grassi di origine vegetale come l’olio extravergine di oliva, piuttosto che quelli di origine animale;
  • scegliere latte e derivati scremati o parzialmente scremati.

Alle regole alimentari va abbinato uno stile di vita sano, in cui sia inclusa della regolare attività fisica e un programma stabilito con il proprio medico specialista. Ti consigliamo di evitare diete fai da te e l’assunzione di integratori senza prima avere chiesto un parere di un esperto.