Regione Lazio: 2.000 nuove assunzioni nella sanità per il 2017

Concorsi regione lazio

Il mondo dei concorsi pubblici continua a riservare moltissime occasione per tutti i giovani e meno giovani che decidano di intraprendere una carriera in un settore specifico: ne è un esempio la sanità, uno degli ambiti più floridi del mercato di lavoro italiano. In particolar modo negli ultimi giorni si parla di concorsi sanità della Regione Lazio, di cui abbiamo parlato non troppo tempo fa.

Il presidente Zingaretti nei giorni in cui era stata approvata l’abolizione del ticket sanitario regionale aveva annunciato che tra i suoi obiettivi, oltre quello della sistemazione di un bilancio da troppo tempo in perdita, c’era proprio quello di creare nuovi posti di lavoro: le assunzioni saranno infatti circa 2.000, di cui buona parte saranno riservate ai precari. I professionisti entreranno nel Sistema Sanitario del Lazio, o, per quelli già impiegati, stabilizzeranno la propria posizione.

Oltre ai lavoratori precari da stabilizzare ci saranno altri 671 posti di lavoro riservati alle nuove entrate, che potranno accedere proprio tramite concorso, che presumibilmente si terrà nel 2017. Per l’operazione sono stati stanziati circa 52 milioni di euro, che renderanno possibile maggiore serenità per i lavoratori del settore e permetteranno iniezioni di personale fresco, proprio come promesso da Zingaretti qualche tempo fa.

La manovra era stata prevista dal Dpcm dello scorso Aprile, focalizzato proprio sulla stabilizzazione del precariato. Il presidente della regione si era preposto l‘obiettivo di raggiungere le 700 nuove assunzioni entro la fine dell’anno, firmando 76 autorizzazioni un solo giorno: paradossalmente, il numero è superiore a tutte le autorizzazioni concesse nell’anno 2013. Tra gli altri obiettivi della regione c’è il miglioramento tecnologico delle stutture e la creazione di nuove Case di Salute.

Regione Lazio e Milleproroghe

Nelle ultime ore una grande quesito riguarda la correlazione tra il nuovissimo decreto Milleproroghe e i concorsi della Regione Lazio nell’ambito sanitario: sembrerebbe infatti che nonostante tutte le graduatorie siano state prorogate fino alla fine dell’anno 2017, questa norma non si applichi all’ambito della sanità. Cosa succederà verrà chiarito probabilmente nei prossimi giorni, ma già si manifestano i primi malumori.

Ciò che è certo è che sarà necessario un periodo di stabilizzazione affinché i decreti regionali non contrastino con quelle che sono le nuove disposizioni parlamentari.