Quotazione Petrolio 13 Gennaio 2017: prezzo influenzato dai cambi di valore del dollaro USA

Quotazione Petrolio dopo cambi di valore dollaro

Com’è ormai noto, il repentino aumento del prezzo del petrolio risulta essere particolarmente influenzato dai diversi cambi di valore che sta subendo il dollaro USA nell’ultimo periodo.
In questi giorni in particolare, la banconota americana sta perdendo terreno, e il costo del greggio continua a lievitare.

Ma qual è la correlazione dollaro-costo del petrolio?
Rispondiamo nelle righe successive a questo quesito e cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sulla “questione americana”.

Prezzo petrolio – dollaro americano: come cambia la situazione in base a questo legame

Attualmente il costo del greggio Brent è pari a 55,88 dollari al barile, e ha registrato un ulteriore rialzo dell’1,42%. Per quanto riguarda il WTI invece, l’avanzamento pari all’1,26% ha portato il suo valore a raggiungere quota 52,91 dollari.

Sembra essere evidente dunque il rapporto inversamente proporzionale che in questo periodo vincola la valuta americana e il prezzo del petrolio, vincolo che dovrebbe comprimere le quotazioni dell’oro nero relative ai mercati internazionali.

Per quanto riguarda le previsioni per il futuro, è logico pensare che l’eccesso dell’offerta petrolifera continuerà a rappresentare una difficoltà in modo particolare per quanto riguarda i produttori canadesi e statunitensi.
Non sarà difficile infatti raggiungere la saturazione dei mercati se le estrazioni di greggio nelle zone sopra indicate continuano ad aumentare sempre di più.