Quotazione Borsa Italiana 18 Gennaio 2017: andamento e previsioni azioni, novità MPS

Quotazione borsa Italiana e novità MPS

L’andamento della borsa italiana è in continuo fermento: tra società che vedono schizzare le proprie quotazioni verso l’alto o verso il basso, è difficile avere sempre un quadro completo della situazione finanziaria esterna se non si è veramente esperti.
L’ente bancario MPS (Montepaschi di Siena) è in questo momento una delle società col bilancio più difficoltoso: andiamo di seguito ad occuparci brevemente delle novità riguardanti il suo momento così grigio, e analizziamo la situazione di Piazza Affari della giornata odierna.

Borsa Italiana situazione aggiornata 18 Gennaio: MPS continua la sua discesa, bene banco Bpm

La Borsa Italiana nella giornata di oggi ha aperto in lieve ribasso, rispettando in tutto e per tutto le previsioni degli analisti: questo dato si allinea infatti perfettamente con quelli relativi a tutti i mercati europei.

Andiamo a vedere ora brevemente una panoramica della Borsa Italiana della giornata di oggi, mettendo in luce quelle che sono le migliori e le peggiori società della giornata in base alle percentuali di variazione registrate.

Sul gradino più alto troviamo Banco Bpm, che con una percentuale di variazione positiva del 2.44% chiude la giornata in rialzo, si prosegue con UBI Banca (+1.28) e FCA (+1.36), mentre sul versante opposto troviamo una Mediaset tribolata dalla perdita in borsa bari al 3.05%.

Per quanto riguarda le previsioni per il futuro, diverse sono le variabili che potranno mettere ulteriormente i bastoni fra le ruote all’economia italiana in misura ancora maggiore rispetto al 2016: dalle elezioni in Olanda, Germania e Francia alle questioni legate all’inesorabile declino della banca più antica d’Italia, Montepaschi.

Proprio a questo proposito, le novità su quest’ultima sembrano rasserenarsi un po’, almeno in apparenza: la banca in questione continua a guardare al Fondo Atlante per avere sostegno nel risarcimento che deve retribuire, fondo che contiene circa 1,7 miliardi destinati alla banca toscana.