Come attivare una carta PostePay Junior 2017: costi, requisiti, vantaggi e opinioni

postepay junior

Se si desiderano effettuare in sicurezza acquisti online, o girare senza denaro contante ma non si hanno 18 anni, la soluzione è rappresentata dalla PostePay Junior, la carta di credito ricaricabile postale riservata a chi non ha ancora compiuto 18 anni. Tale carta è collegata ai circuiti Visa e Visa Electron per quanto riguarda i pagamenti via internet o utilizzando il chip della PostePay, mentre i documenti da portare all’ufficio postale sono necessariamente i seguenti:

  • documento di identità di minore e genitore
  • codice fiscale di minore e genitore

Anche se il minore sarà l’intestatario della carta questa deve essere richiesta congiuntamente dal minore e da un genitore, questo perché il contratto per avere valenza legale deve essere stipulato da chi secondo l’ordinamento italiano possiede i requisiti per convalidare un contratto, ovvero una persona che ha compiuto la maggiore età.

Costi e vantaggi PostePay Junior 2017

I vantaggi della PostaPay Junior 2017 riguardano senza dubbio la sicurezza nell’utilizzo della carta, soprattutto se questa si usa per via telematica, magari acquistando prodotti o anche fumetti e giocattoli su Internet. Per tenere sempre sotto controllo l’entrata e l’uscita di denaro dalla carta è consigliabile scaricare l’App di PostePay e registrarsi al sito poste, in questo modo si rimarrà al riparo dalle frodi bancarie.

I costi sono identici a quelli della PostePay normale, in quanto ogni ricarica costa 1 euro di commissione e ogni ritiro effettuato presso sportelli non Postamat ha un costo di commissione. La carta può essere ricaricata anche tramite conto BancoPosta Online di un genitore o di un parente, e la ricarica del cellulare e le operazioni di spesa direttamente con la carta sono gratuite anche se si pagherà una piccola commissione all’ente che anticipa i soldi, ovvero la Visa.

Svantaggi e opinioni PostePay Junior

A differenza della PostePay la PostePay Junior, essendo la sorella minore della celebre carta ricaricabile, ha un limite massimo di ricarica di 1000 euro, a differenza della sorella maggiore che ha un limite di 3000 euro. Inoltre il prelievo massimo da bancomat è di soli 100 euro in confronto ai 250 della carta standard. Pur con queste limitazioni si tratta di un ottimo strumento per i minori che in questo modo non sono costretti a portare denaro in contanti nelle loro tasche rischiando di essere derubati. Certo il pericolo di truffa o raggiro rimane, ma già mettere in sicurezza dai piccoli furfantelli i nostri figli rappresenta senza dubbio un risultato di tutto rispetto e di conseguenza una opzione che sarebbe sciocco non valutare.