Buoni fruttiferi postali 15 dicembre 2016: rendimenti e previsioni

Buoni postali 15 dicembre

Il famigerato “buono fruttifero postale” è ad oggi una delle maniere più intelligenti per conservare il proprio denaro facendo sì che quest’ultimo generi, col tempo, un guadagno più o meno alto che farà sicuramente comodo al proprietario del capitale conservato.

Nelle righe che seguono, avrai la possibilità di sapere qualcosa in più a proposito del rendimento potenziale che possono generare i tuoi soldi con questa pratica finanziaria.

Buoni fruttiferi postali: il modo più intelligente per far germogliare i tuoi risparmi

Nonostante gli interessi generati dalla pratica di conservare i propri risparmi servendosi dei buoni fruttiferi postali non sia una delle più redditizie, rimane comunque una delle più collaudate e sicure grazie anche al fatto che permette di recuperare integralmente (più interessi) il capitale versato inizialmente.

La sicurezza di questo servizio è garantita dallo Stato Italiano, e genera un rendimento assicurato che non è garantito invece dal mercato finanziario, Forex e quotazioni in borsa, che subiscono variazioni profonde a seconda dell’andamento dell’economia mondiale: non sarà tuo compito dunque preoccuparti di controllare regolarmente le previsioni di mercato ecc.

Un’altra caratteristica positiva di questo prodotto finanziario è sicuramente il basso costo relativo alle tasse da pagare sui BFP, pari a circa la metà di quelle inerenti agli altri investimenti (12,5% sugli interessi maturati).