Vivere in camper: perché molti americani lo fanno

Vi sarà sicuramente capitato di leggere articoli o vedere video sui social di americani che scelgono di vivere in camper o roulotte, o addirittura di ristrutturare e rendere abitabile un vecchio bus finendo per mostrare i vari luoghi che visitano o i bei tramonti sul mare, ma perché lo fanno?
Il fenomeno è molto complesso e non è sempre una scelta consapevole di vita, per alcuni è infatti un obbligo dettato dal minor costo del camper e della vita che è possibile condurvi.
Naturalmente l’idea di vivere in camper può essere affascinante, soprattutto per come viene spesso propinata sui social, nel nostro caso vi consigliamo sicuramente di visitare l’America in camper: un viaggio mozzafiato per cui vi basterà ottenere un Visto USA grazie allo studio legale Carlo Castaldi e affittare uno dei tanti camper disponibili!

Le ragioni della scelta

Tuttavia, il 70% degli americani che possiedono e vivono in un camper lo hanno scelto consapevolmente e i motivi sono sia legati alle possibilità che l’America offre sia alla propria passione per i viaggi e il cambiamento.
Il principale motivo che ha creato questo fenomeno è sicuramente legato al fatto che la terra costa meno rispetto all’Europa ed è più facile ottenere l’acqua, l’elettricità e le fogne necessarie per la creazione di veri e propri parchi adattati alle comunità.
Un secondo motivo è legato al fatto che molti americani vivono in periferia perché è lì che si trovano le principali fabbriche in cui lavorano e quindi hanno ampi spazi per parcheggiare le loro case a quattro ruote.
Infine molti scelgono questa vita e la conducono per i mesi più caldi oppure per spostarsi in paesi in cui il costo della vita è inferiore, lavoro permettendo.

Consigli per la guida

Se state pensando di affittare un camper per il vostro viaggio on the road per le lunghe strade americane, sappiate che in molti casi vi basterà la patente B (ovvero quella per l’auto) perché molti camper non superano le 3,5 tonnellate, tuttavia le dimensioni sono diverse e quindi l’attenzione deve essere maggiore.
Prima di tutto preoccupatevi che gli specchietti retrovisori siano sempre posizionati correttamente, anche se i modelli più recenti hanno la telecamera per facilitare le manovre durante il parcheggio.
Per quanto riguarda la velocità, vi consigliamo di non superare i centochilometri orari, sia per limitare i consumi che sono alti per via del peso e dell’impatto aerodinamico, sia per una maggiore stabilità.