Titolo azionario Twitter: down nonostante i due milioni di nuovi utenti

Azioni Twitter

Si torna a parlare nuovamente di Twitter, e nello specifico del titolo azionario in crisi.Negli ultimi tempi uno tra i più famosi social network di tutto il mondo è stato fortemente in crisi dal punto di vista della Borsa; parliamo proprio di Twitter, che avuto un vero proprio crollo proseguendo di fatto in quella terribile discesa iniziata già nel 2014. Per un lungo periodo si è parlato di vendita, ma molti degli acquirenti si erano tirati indietro.

Uno dei problemi principali del social network è da collegare al fatto che esso, purtroppo, non ha mai raggiunto la platea di utenti auspicata: nonostante sia apprezzato dai moltissime persone, molte delle quali sono volti noti dello spettacolo, dello sport e della politica, in fase di creazione si era pensato che potesse diventare una piattaforma davvero per tutti ( o quasi) ma così non è stato, ed ha avuto meno fortuna del collega Facebook.

Tutto ciò, insieme ad altri fattori, ha contribuito a determinare una forte instabilità del titolo: nonostante il numero di utenti sia cresciuto di circa due milioni negli ultimi mesi, gli azionisti rimangono piuttosto scettici e decidono di non investire sul titolo, che pure aveva registrato una risalita dopo un periodo di forte crisi.

Twitter però sembra aver iniziato un nuovo trend negativo, dando di fatto ragione agli azionisti: a Wall Street negli ultimi giorni esso ha registrato un calo pari circa al 10%, registrando la quotazione di 16,80 dollari. Chiaramente nell’ottica dell’analisi non si possono non calcolare le perdite complessive, che ammontano nel caso di Twitter ad oltre 160 miliardi di dollari per trimestre, dato che fa crollare il valore effettivo di ogni azione a poche decine di centesimi.

C’è però un dato che per quanto curioso potrebbe rendere la vita un po’ più facile a Twitter: il neo-presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump, risulta essere un utente particolarmente attivo: i suoi tweet, spesso accompagnati da più o meno palesi gaffe, hanno fatto il giro del mondo: proprio questo tipo di pubblicità potrebbe essere utile al social.

Le quotazioni in tempo reale

Nel momento in cui si scrive il titolo registra un lieve rialzo pari all’1,48%, con una quotazione che si assesta a 15,81 dollari per azione.