Tavola ouija: cos’è, come si utilizza e curiosità

Il mondo esoterico ha molte porte da aprire o da chiudere. Alcune sono legate a energie benevoli, ma poi ci sono le porte degli spiriti, dei demoni e di strumenti medianici. La Tavola ouija è uno strumento che mette in comunicazione il mondo dei vivi con il mondo dei morti. Usato da medium, sensitive e streghe, può essere considerato un gioco o qualcosa di pericoloso.

Costruita nei primi anni del 1800, è stato ideato su alcuni riti e metodi per mettersi in contatto con i morti. Il suo successo arrivò nel 1900, quando si creò come gioco per bambini.

Da un lato ci fa sorridere questa scelta, ma dall’altro ha permesso di essere uno strumento molto studiato anche in psicologia. Infatti, i primi ad usare la Tavola ouija furono proprio psichiatri e psicologici infantili.

Loro notarono che spesso era la suggestione a far muovere la placchetta. Allo stesso modo, usando uno strumento esterno, i piccoli pazienti erano propensi a dire la verità in modo istintivo.

Come usare la Tavola ouija

Ci sono delle discordanze tra l’utilizzo del gioco della Tavola ouija e i riti che sono seguiti, prima di poterla usare, da parte dei sensitivi o dei medium.

La Tavola ouija è composta da una placchetta, con una punta e un foro al suo interno, che viene posizionata su una tavola con scritte le lettere dell’alfabeto.

Per usare la Tavola ouija si deve essere almeno in due. Ci si deve sedere in modo comodo e rilassarsi. I partecipanti devono posizionare il dito indice sulla planchetta, che è posta sul cartello.

Una volta che i partecipanti sono pronti. Devono iniziare a fare delle domande agli spiriti, ma in modo calmo e pacato. Durante il gioco non si devono mai staccare le dita dalle placchetta.

Curiosità

Ci sono ben 4 curiosità da sapere sulla Tavola ouija.

La prima è che essa è molto usata negli studi della psicologia. Ancora oggi ci sono pazienti che parlano solo attraverso questo gioco.

La seconda è una leggenda. Se si brucia la Tavola ouija si ode un urlo e chi lo sente muore in 36 ore.

Se la Tavola ouija è di carta, gli spiriti non risponderanno perché si sentiranno offesi da questa scarsa considerazione. Alle volte gli spiriti sono anche snob a quanto pare.

La Tavola ouija potrebbe mettervi in contatto con Zozo, un demone che ha suggerito la costruzione di questa tavola per poter tornare sulla terra.

Tavola ouija film

Il grande interesse che ruota attorno alla Tavola ouija ha ispirato molti film.

La vediamo nel film dell’esorcista e anche in Spiritika Witchboard, oltre che in Paranormal Activity. Nel 2014 è stato girato un film con il nome: Tavola ouija, che ha incassato milioni di dollari nei cinema.

In seguito venne creata una seconda pellicola, nel 2016, con il titolo: Tavola ouija, le origini del male. Altro grande successo!