Sud alla fame, per lo Svimez uno su tre rischia la povertà

Sud alla fame, per lo Svimez uno su tre rischia la povertà
Sud alla fame, per lo Svimez uno su tre rischia la povertà

Nell’ultimo Rapporto Svimez è sottolineato il rischio di povertà al Sud di una persona su tre.

Un dato gravissimo, inquietante, e soprattutto un dato che fotografa per l’ennesima volta il divario fra il meridione e il resto del Paese.

Nello studio è riportato che nel sud il Pil è negativo per il settimo anno consecutivo, con una crescita che dal 2001 al 2013 è stata addirittura la metà di quella della Grecia. La quale ultima, come noto, non è che stia proprio benissimo.

Gli investimenti continuano la loro discesa, e il valore aggiunto si ferma al 38,7% dal 2008 al 2014.

Inoltre, di là dei numeri, si registrano grandi difficoltà sul fronte del lavoro per donne e giovani, i quali sono sostanzialmente fuori dal mercato del lavoro.

Oltre a questo, le nascite sono praticamente bloccate, generando un vero e proprio tsunami demografico.

Insomma, una fotografia sconcertante, e purtroppo immutata, sempre la stessa, in bianco e nero, di una parte così considerevole del nostro Paese.

Due storie, due sistemi, due società, quasi due civiltà: il sud e il centronord. La questione meridionale non è mai finita. E forse non è nemmeno mai stata affrontata.

About Redazione 936 Articles

Contenuti pubblicati dalla redazione di Piazza Armerina, scritti a quattro mani da più content writer, sempre aggiornati con le ultime news dal web.