Scienza, nel 2016 protagoniste materia oscura e onde gravitazionali

2016 protagoniste materia oscura e onde gravitazionali

Il mondo della scienza non smette mai di stupirci e nell’ultimo anno sono stati fatti grandissimi passi in avanti, basti pensare alla scoperta della Nasa dell’acqua su Marte; anche il 2016 si preannuncia ricco di scoperte e innovazioni in campo scientifico, ma soprattutto in campo fisico:

uno dei tanti punti su cui gli studiosi vogliono fare chiarezza, è un vero e proprio mistero dello spazio e rappresenta una frontiera ancora inesplorata: stiamo parlando della cosiddetta “materia oscura”, la materia occupa per il 25% il nostro universo ancora tutta da scoprire;

Lo ha annunciato una della scienziate più importanti del nostro paese, Fabiola Gianotti, che dal primo gennaio sarà la direttrice del Cern: “Cercheremo di capire la composizione della materia oscura: è una delle grandi sfide del 2016″, ha dichiarato. Un’ altra sfida che i fisici affronteranno per il prossimo anno riguarda le onde gravitazionali, cioè le vibrazioni dello spazio-tempo causate da eventi come l’esplosione di supernove, collisioni di buchi neri o il Big Bang; altri obiettivi, inseguiti sia dagli studiosi europei che statunitensi, sono la cattura della CO2 dall’aria e, in campo biomedico, lo sviluppo della tecnica del “taglia-incolla” del Dna, la Crispr.

About Redazione 936 Articles
Contenuti pubblicati dalla redazione di Piazza Armerina, scritti a quattro mani da più content writer, sempre aggiornati con le ultime news dal web.