Scatole a sorpresa: cosa sono, da dove vengono, cosa si trova dentro?

Fin da quando i bambini vedevano in tv i cartoni animati, specialmente quelli giapponesi, avranno notato molti usi e costumi che dalle altre parti non ci sono, come ad esempio l’uso delle bacchette nel mangiare, il kimono durante le feste, e altre cose ancora. Stessa cosa accade se vediamo in televisione un programma americano e vediamo un cibo particolare che difficilmente si trova in giro. Nonostante che con le aziende online si può trovare quasi di tutto, incluse cose straniere, qualcuno ha creato un “azienda su scatole”, cioè ha creato un sito in cui è possibile iscriversi e abbonarsi a delle scatole a sorpresa, esse vengono chiamate “Kawaii box“.

Cosa sono?

Sono scatole a sorpresa che, a differenza dell’abbonamento che si viene scelto, e anche da quanto dura, mensilmente vengono recapitata a casa degli iscritti scatole piccole, medie, grandi con dentro tanti oggetti curiosi dal mondo, una potrebbe costare anche sui 20 €, che con i soldi giapponesi o dollari bisogna sempre controllare il cambio e la valuta, e per alcuni bisogna tenere conto non solo del tempo in cui la scatola arriva da un paese all’altro, ma anche che per alcune bisogna pagare anche la dogana.

Può anche capitare che vengano aperti dei negozi alimentari a tema giapponese e americano, e hanno avuto da subito un gran successo perché i ragazzi e gli adulti sono molto curiosi di assaggiare prodotti nuovi senza comprarli su internet e pagare le spese di spedizione.

Da dove vengono?

La “Kawaii box” vengono dal Giappone (kawaii in giapponese vuol dire “carino”).

Le scatole di resina sono prodotti italiani e non bisogna pagare nessuna dogana se si è residenti in italia, ma per il trasporto sì.

Per i dolci americani o vengono dai negozi aperti in varie regioni, o da internet si possono ordinare scatole di varie grandezze direttamente dall’America.

Anche la Corea ha creato una serie di scatole da spedire per il mondo, e molte di queste cose si trovano anche in negozi specializzati.

Cosa si trova dentro?

Le scatole giapponesi sono divise per tipologie, un’azienda mette dentro magliette personalizzate, gadget introvabili, pupazzi, miniature di personaggi, altre scatole invece si trovano oggetti di cancelleria, dalle matite, penne, biro e gomme tutte particolari e giapponesi, a volte mettono anche qualche caramella tipica, degli oggetti particolari che usano loro, come ad esempio delle bacchette particolari e di legno, dei piccoli teli per il sudore, ogni persona giapponese non esce senza uni di questi data la forte umidità e quindi sudano molto.

Le scatole di dolci giapponesi sono quelle più richieste, dentro di esse si trovano dolci a base di frutta e merendine salate che mangiano anche i bambini giapponesi e particolari pastiglie da sciogliere in acqua, oppure bevande famose aromatizzate

Nelle scatole americane s trovano dolci, bibite nuove, patatine con gusti particolari e saporite, tutte rigorosamente sicure.

La Corea invece vende prodotti per il viso e i capelli.

La resina è un nuovo passatempo che va di moda tra i giovani per creare cose particolari come ciondoli di collane, orecchini, decorazioni per il cellulare e anche portachiavi che nessuno ha.