Saldi invernali 2017: mappe e calendario da Roma a Milano. Le raccomandazioni di federconsumatori

Partono i Saldi: La spesa media sarà di 350 euro, aumento rispetto al 2015

I saldi invernali 2017 sono, per moltissimi italiani, un’opportunità per poter fare acquisti risparmiando. A partire dal 5 Gennaio, infatti, si potrà approfittare dei saldi per poter acquistare prodotti di abbigliamento, elettronica e quant’altro. La buona notizia è che le vendite promozionali interesseranno anche il web, mentre quelle cattive sono relative alle previsioni di spesa, in fortissimo calo rispetto al 2016.

Saldi invernali 2017: quando iniziano e quando finiscono

La durata dei saldi invernali varia a seconda della regione. Al momento le date ufficiali sono ancora in fase di aggiornamento, ma possiamo tranquillamente anticipare che in alcune regioni la durata sarà più limitata rispetto ad altre.

Quella che cambierà sarà la data di fine saldi. Al contrario la partenza è prevista per il 5 Gennaio in tutte le regioni, ad eccezione della Sicilia che anticiperà al 2 Gennaio. In Lombardia, Emilia, Toscana, Abruzzo, umbria, Molise e Sardegna i saldi invernali 2017 dovrebbero durare circa due mesi, con la data di chiusura prevista per il 5 marzo 2017.

Le altre regioni, appunto, anticiperanno la chiusura: il Lazio vedrà la fine dei saldi invernali 2017 il 15 febbraio, la Liguria il 18, La Calabria, la Puglia e il Veneto il 28 Febbraio Basilicata e Piemonte il 2 marzo.

Saldi Invernali: occhio alle truffe con Federconsumatori

Le associazioni dei consumatori hanno stilato un decalogo per poter eliminare il rischio di incorrere in problemi o truffe legate ai saldi 2017. Tra i vari consigli ci sentiamo di suggerirne un paio particolarmente importanti.

Il primo è quello di conservare, sempre, lo scontrino fiscale. Quello che molti non sanno è che il venditore ha l’obbligo di cambiare, entro 2 mesi, qualsiasi prodotto sia affetto da un vizio di fabbricazione, anche se viene venduto con la dicitura “saldo” e anche se il venditore espone il cartello che i prodotti in saldo non si cambiano.

Altro aspetto fondamentale è quello legato al prezzo. Assicurarsi sempre che il prezzo del prodotto sia esposto come da legge (prezzo pieno, sconto, prezzo scontato) e assicurarsi che lo sconto sia applicato realmente.

Quanto spenderanno gli italiani per i saldi invernali?

Secondo le stime delle associazioni dei consumatori la spesa media sarà decisamente più bassa. Per i saldi invernali 2017 è prevista una spesa di 250 euro a persona contro i 300 circa di quelli del 2016. Un brusco calo che si potrebbe rivelare fatale per le attività commerciali “classiche”.

Secondo una stima, infatti, saranno tantissimi gli italiani che approfitteranno dei saldi per acquistare prodotti online.