Riforma del Senato, Renzi va avanti

riforme-del-senato

Il Patto del Nazareno potrebbe essere allargato alla giustizia e questo spiazza la sinistra Pd. Renzi si scontra con il sostegno dei liberali di Verdini e il possibile accordo con Berlusconi.
La minoranza Dem parla di scissione ed il premier non è preoccupato.
«Continuo a battermi nel Pd. Ma l’autunno sarà uno snodo cruciale – spiega Alfredo D’Attorre sulCorriere della Sera , parlando di scissione nel Pd – Personalmente, finché vedrò uno spiraglio all’interno per riaprire una prospettiva di centrosinistra, continuerò a battermi nel Pd. Se e quando non lo vedrò più, ne trarrò le conseguenze, a costo di regalare una gioia a chi non aspetta altro», aggiunge l’esponente della minoranza Dem.
D’Attore replica: «Assolutamente no, non c’è alcuna richiesta di accordo. Piuttosto Renzi deve recuperare il senso del limite e capire che questa è una materia prettamente parlamentare».

Il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina, sulle colonne dell’ Unità : «Non voglio immaginare una scissione. Sarebbe una sconfitta clamorosa, tornare sui passi peggiori del centrosinistra, costellato di divisioni che hanno favorito la destra. Non vogliamo rivedere quel film. Il mio appello è che si torni tutti a settembre con toni, idee e convinzioni diversi da quelli che vedo anche in queste ore».

Per Martina bisogna riaprire il confronto nel Pd «e occorrono strumenti per far venire a galla queste riflessioni. L’idea di fondo però deve rimanere quella di un partito comunità che rema tutto dalla stessa parte. Con i suoi tratti di forza e i suoi limiti Renzi è parte della nostra storia, se non altro perché si è affermato tra la nostra gente. Eppure, alcuni lo vivono come un fastidio».

L’ala renziana è molto meno accomodante di Martina. «La riforma del Senato si farà, questa legislatura va avanti e ha un senso se arriva la riforma del Senato. Se il Parlamento non la fa, se la blocca, la svuota, si rimette in discussione tutto. Si apre un gigantesco problema politico», spiega il capogruppo Pd alla Camera Ettore Rosa in un’intervista a la Repubblica .

«Siamo interessati al dialogo, al confronto. Sia per tenere unito il partito, sia per allargare il consenso», ma il Senato elettivo «è un tema chiuso, approvato in prima lettura alla Camera e al Senato, anche dalla stessa minoranza che poi cambia idea e vorrebbe rimettere mano al pilastro portante del testo», spiega ancora Rosato, che rilancia la proposta di mediazione avanzata da Zanda sui listini ad hoc.

La riforma naturalmente andrà avanti, vediamo se riusciamo a coinvolgere più partiti possibili”. Matteo Renzi va avanti con riforma del Senato si farà.

About Redazione 936 Articles
Contenuti pubblicati dalla redazione di Piazza Armerina, scritti a quattro mani da più content writer, sempre aggiornati con le ultime news dal web.