Prestiti Inpdap per insegnanti di scuole elementari e medie

School teachers group

Gli insegnanti di scuole medie ed elementari sono i diretti responsabili dell’educazione degli uomini di domani: per questo l’ente previdenziale Inpdap ha pensato per questa categoria di lavoratori un tipo di prestito adatto che possa venire in contro il più possibile ai maestri e ai professori che si occupano della prima istruzione.

Ma andiamo a vedere nel dettaglio, nel paragrafo che segue, quali sono le caratteristiche di questa tipologia di prestito erogata agli insegnanti delle scuole medie ed elementari.

Finanziamenti per insegnanti Inpdap: tassi, durata e come richiederlo

I finanziamenti concessi dall’Inpdap agli insegnanti delle scuole medie ed elementari vengono detti piccoli prestiti di Gestione Magistrale e sono dedicati agli iscritti all’ex ENAM (Ente Nazionale di Assistenza Magistrale), ente soppresso nel 2010 dal Governo Berlusconi e le quali funzioni sono state svolte fino al 2012 dall’Inpdap per poi passare in ultimo alle competenze dell’Inps.

Nonostante questo “passato travagliato”, i criteri per l’assegnazione dei prestiti e le loro caratteristiche non sono mutati, così da agevolare in modo ottimale il subentro gestionale e da non creare disguidi con i clienti.
Ma andiamo adesso a vedere quelle che sono le caratteristiche dei piccoli prestiti ex Enam.

Il finanziamento può avere una durata massima di due anni e la somma richiesta va rimborsata in non più di 24 rate mensili, mentre per quanto concerne l’importo richiedibile, esso non può superare il valore di due mensilità dello stipendio dell’usufruttuario. Il tasso annuo applicato è dell’1,5% e le uniche spese consistono in una ritenuta d’acconto pari all’1% della somma richiesta, valore che corrisponde alle spese di amministrazione e al fondo garanzia.

Il prestito per insegnanti di scuole elementari e medie può essere richiesto per le cause più diverse, dall’acquisto di un’auto alle proprie cure odontoiatriche o dei nostri familiari, e per richiederlo correttamente sarà necessario recarsi presso il sito online dell’ente previdenziale, che fornisce tutta la modulistica atta al completamento della richiesta formale di finanziamento.

Presso il sito Inps inoltre è possibile calcolare le caratteristiche del prestito che si ha intenzione di ottenere, così da valutare preventivamente ogni aspetto relativo a quest’ultimo.