Postaprevidenza Valore, la nuova polizza vita di Poste Italiane

Secondo le statistiche degli istituti previdenziali italiani, è molto probabile che i giovani lavoratori di oggi percepiscano una pensione futura assai limitata, con importi mensili ben diversi da quelli attuali. Sebbene le quote medie italiane siano inferiori alla media europea, le nuove generazioni percepiranno assegni mensili ancora inferiori rispetto ai loro nonni e genitori, per cui è bene riflettere sin da ora circa eventuali strategie per integrare l’importo pensionistico futuro. Tra le proposte disponibili, si può considerare Postaprevidenza Valore, la soluzione proposta dal ramo assicurativo di Poste Italiane.

Si tratta di un piano di previdenza che va ad integrare quello già esistente, in modo tale da garantire uno stile di vita soddisfacente una volta raggiunta l’età pensionabile, senza essere dipendenti dall’assegno mensile statale che, come detto, potrebbe non essere sufficiente a coprire tutte le spese quotidiane. Postaprevidenza valore si rivolge a tutte le forme di lavoratori, sia dipendenti che autonomi, offrendo loro la possibilità di versare regolarmente degli importi che partono da un minimo di 50 euro mensili, che andranno a consolidare la pensione di domani. Al fine di poter accedere a questa proposta, occorre possedere un libretto postale o essere titolari di un conto corrente presso Poste Italiane.

Il capitale così versato verrà amministrato dalla Gestione Separata Posta Pensione, che cercherà di far fruttare al meglio il deposito nel corso degli anni. Nel frattempo, si potrà gestire in maniera flessibile i versamenti (che devono essere pari a 600 euro annui), che possono essere inoltre dedotti dal reddito. Relativamente ai costi, si dovrà andare incontro alla tassazione sui rendimenti pari al 12,50%, alla quale si aggiunge un costo di caricamento del 2,50%, che tuttavia scompare trascorsi 15 anni dall’inizio dei versamenti.

Postaprevidenza Valore permette inoltre di riscattare parzialmente il capitale versato, accedendo alle prestazioni maturate nel corso degli anni. In caso di esigenze urgenti (come cure mediche) si potrà ritirare fino al 75% dell’importo totale in qualsiasi momento, mentre dopo 8 anni si potrà ritirare lo stesso massimale per l’acquisto di un’abitazione; infine, si potrà accedere al 30% del capitale per motivazioni appartenenti ad altre categorie di spesa. Tutte le informazioni sul prodotto potranno essere reperite nel sito di Poste Italiane.