Popolare Vicenza: la proposta agli azionisti

Popolare Vicenza

Si torna a parlare di Popolare Vicenza, una delle banche più discusse degli ultimi tempi, con una novità di rilievo: l’istituto ha proposto ad ogni azionista azzerato un accordo: ha infatti offerto nove euro per azione, alla sola condizione che essi rinuncino ad intraprendere contenziosi contro l’istituto. L’accordo è stato proposto a circa 94.000 azionisti, e sarà valido fino al 22 Marzo 2017.

I soci che decideranno di aderire alla proposta potranno usufruire di condizioni commerciali agevolate, ma per ottenere l’ok da parte della banca sarà necessario che almeno l’80% delle azioni sia incluso nell’accordo. Fabrizio Viola, amministratore delegato della Banca Popolare di Vicenza, ha dichiarato che i vertici dell’istituto stanno cercando di fare il massimo, cercando di proporre idee innovative al fine di rompere del tutto con il passato e dare una dimostrazione concreta del proprio impegno.

Il Consiglio di Popolare Vicenza vuole infatti rilanciarsi in un’ottica di collaborazione con clienti e soci azionisti; secondo le dichiarazioni rilasciate tramite Viola, l’impegno dovrebbe essere apprezzato. Per quanto riguarda la questione delle adesioni, fissate all’80%, Popolare Vicenza avrà il diritto di estendere il termine ultimo da Marzo a Giugno 2017, nel caso in cui la proroga fosse giustificata da valide motivazioni, quali garantire un’adesione maggiore.

I soci riceveranno dunque 9 euro per ogni azione comprata dall’inizio dell’anno 2007 alla fine dell’anno 2016; la cifra rappresenta circa il 14% del valore massimo raggiunto da Popolare Vicenza in Borsa; l’accordo sarà sottoscrivibile, tra gli altri, da persone fisiche, società di persone e Onlus. I soci che si mostreranno interessati all’adesione potranno raccogliere tutte le informazioni necessarie presso le filiali Popolare Vicenza o sul portale online della banca, all’indirizzo http://www.popolarevicenza.it/azionisti.

La proposta di Veneto Banca

Veneto Banca ha deciso di proporre una transazione con indennizzo del 15% a circa 75.000 azionisti: anche in questo caso l’offerta sarà effettiva con un’adesione pari ad almeno l’80% di tutte le azioni a cui ci si riferisce. Ci sarà tempo per aderire fino ad Aprile, momento in cui si conosceranno le effettive quote di adesione. Se l’80% verrà raggiunto, entro cinque giorni lavorativi avverrà il pagamento per ogni azionista.

Il presidente dell’istituto, Massimo Lanza, durante la presentazione della proposta ha spiegato come le iniziative messe in atto da Veneto Banca e Popolare abbiano un valore di circa mezzo miliardo di euro.