Pensioni Oggi 16 Dicembre 2016: cosa cambia con il governo Gentiloni, possibili novità in arrivo nel 2017

Cambiamenti pensioni governo Gentiloni

Negli ultimi giorni si è parlato parecchio di quali saranno le strategie del neonato Governo Gentiloni, visto e considerato che le problematiche in corso nel nostro paese sono ancora parecchie.

La questione legata alle pensioni non è di certo una delle meno importanti, motivo per cui nelle righe successive daremo uno sguardo a quelle che sono le linee guida tracciate dal nuovo Governo e quali sono le possibili novità in arrivo nel 2017 per quanto riguarda questo tipo di emolumento.

Pensione 2017: ecco come potrebbe cambiare con il nuovo Governo

La prima mossa sul fronte pensioni che ha intenzione di effettuare il governo Gentiloni è legata all’attuazione delle misure provenienti dalla legge di Bilancio 2017 e l’apertura del dialogo con i sindacati per quanto riguarda le modifiche da applicare alla Legge Fornero.

Le dimissioni dell’ex Presidente del Consiglio Matteo Renzi porteranno inoltre all’attuazione dell’Ape volontario, che comporta l’obbligo di specificare la percentuale dell’assegno che potrà essere riscosso in anticipo, le modalità di riscossione del prestito pensionistico ecc.

Il nuovo Governo inoltre, valuterà sicuramente la possibilità di introdurre una pensione contributiva di garanzia, che tiene conto degli anni di contributi versati e dell’età di uscita.
Per ora tuttavia si può solo prendere atto dei progetti e delle “promesse” e avere fiducia nel miglioramento del sistema pensionistico italiano, che di certo per ora non soddisfa adeguatamente le esigenze degli italiani.