Nuovo modello Redditi: tutte le novità 2017

Modello Redditi

Uno degli appuntamenti fissi dei cittadini è sicuramente la dichiarazione dei redditi: vediamo le novità del 2017.

La dichiarazione dei redditi oltre a rappresentare una tappa obbligata può diventare un problema: i modelli sono sempre più complicati e stare dietro alle novità può non essere facile. La principale novità introdotta per il 2017 è il nuovissimo modello “Redditi“, che andrà a sostituire il vecchio Unico. La nuova modalità di dichiarazione verrà utilizzata da coloro che devono dichiarare i propri redditi e calcolare le imposte, così come il vecchio Modello Unico. Inoltre, la dichiarazione riguardante l’Iva non potrà più essere allegata alla dichiarazione dei redditi.

Nei giorni scorsi è stata l’Agenzia delle Entrate a rendere disponibili i nuovi modelli, diversificando tra il PF, modello per le dichiarazioni di persone fisiche e lo SC, per le società. Moltissime sono le innovazioni riguardanti le dichiarazioni per l’anno 2017, vediamo i principali.

  • School Bonus: fornirà un credito d’imposta del 65% a tutti coloro che decideranno di effettuare una donazione ad istituto scolastico.
  • Leasing: esso è destinato alla prima casa, e prevede una detrazione pari al 19% per l’acquisto di un immobile che diventerà, appunto,la prima casa. L’agevolazione sarà concessa a tutti quei cittadini con un reddito inferiore a 55.000 euro annui. La cifra che potrà essere detratta ammonta ad un massimo di 8.000 euro per coloro con un’età inferiore a 35 anni, per gli altri invece il tetto massimo è fissato a 4.000 euro.

Altre agevolazioni e scadenza

  • Black List: i costi sono stati eliminati riguardo le spese sostenute nei rapporti con paesi con politica fiscale agevolata.
  • Rimpatrio lavoratori: questo provvedimento servirà ad incoraggiare il rientro dei cosiddetti “cervelli in fuga“. Chi deciderà di tornare a lavorare nel nostro paese e rispetterà i requisiti fissati, ad esempio la permanenza di minimo due anni, avrà un reddito deducibile al 70%.
  • Premi di risultato: questo provvedimento è tornato in vigore con l’approvazione della Legge di Stabilità dello scorso anno; esso prevede una tassazione del 10% sui premi , per cittadini con un reddito massimo di 50.000 euro annui.

Il nuovo modello Redditi dovrà essere presentato entro il 30 Giugno in forma cartacea , mentre per coloro che decideranno di dichiarare i propri redditi per via telematica ci sarà tempo fino al 2 Ottobre.