Nozze gay, Strasburgo condanna l’Italia per violazione dei diritti 

Nozze gay, Strasburgo condanna l’Italia per violazione dei diritti 
Nozze gay, Strasburgo condanna l’Italia per violazione dei diritti 

Violazione dei diritti degli omosessuali: i giudici di Strasburgo condannano l’Italia che dovrà legalizzare finalmente le nozze gay.

Italia fanalino di coda dell’Europa rispetto ai diritti civili. Schiacciata dal volere del Vaticano, in Italia non si muove foglia che Cei non voglia.

E così il Belpaese rimane al palo. Per fortuna la UE c’è. E’ stata la Corte di Strasburgo a introdurre anche per l’Italia il riconoscimento legale delle coppie gay.

Tre coppie gay si erano rivolte alla Corte europea per far valere il loro diritto a sposarsi anche in Italia.

La Corte non ha avuto esitazioni ad accogliere il ricorso riconoscendo che in Italia si ignora la norma che il rispetto per la vita privata e familiare, in pratica non riconoscere le unioni gay è una palese violazione dell’articolo 8 della Convenzione europea dei diritti umani.

La Corte di Strasburgo ha stabilito che “la tutela giuridica attualmente in vigore per le coppie dello stesso sesso in Italia, come è stato dimostrato dalla situazione dei ricorrenti, non solo non tutela le esigenze fondamentali di una coppia impegnata in una relazione stabile, ma non è neppure sufficientemente affidabile”.

La decisione di Strasburgo non poteva che essere accolta con soddisfazione dagli avvocati delle tre coppie Massimo Clara, Marilisa D’Amico e Cesare Pitea che hanno definito la sentenza: “Un risultato molto positivo che dice che una forma istituzionalmente definita a garanzia va data.

22“Il governo – hanno aggiunto i legali – è stato condannato ad un risarcimento. La decisione non impone vincoli sullo strumento da individuare, si tratti di matrimonio, Dico o altro, ma uno strumento serve”.

About Redazione 937 Articles
Contenuti pubblicati dalla redazione di Piazza Armerina, scritti a quattro mani da più content writer, sempre aggiornati con le ultime news dal web.