Novità Legge di Stabilità 2017: Ires, Iri, Piano Casa e tutti i cambiamenti del Governo Renzi, ecco cosa cambia

Milleproroghe

Pochi giorni fa ha preso forma la Legge di Stabilità 2017, che con un valore di 27 miliardi mira a rilanciare gli investimenti, ridurre la pressione fiscale e sconfiggere la piaga dell’evasione. I provvedimenti del premier Matteo Renzi riguardano vari aspetti della vita politica e sociale italiana: dall‘Ires al Piano Casa, passando per la riduzione del canone Rai. L’obiettivo è di aumentare il Pil di una percentuale anche fino all’1% e ridurre il deficit, fissato per il prossimo anno al 2,3%.

I provvedimenti nel dettaglio

Si conferma innanzitutto l’abolizione di Equitalia, ente di riscossione fiscale che ormai è diventato il simbolo della pressione sugli italiani schiacciati dalla crisi. Prevista anche la sanatoria delle cartelle esattoriali grazie ai quali, stando alle dichiarazioni del premier, verranno recuperati circa 4 miliardi euro, che vanno ad aggiungersi ai 2 che si attendono con la nuova voluntary disclosure , anch’essa prevista per il prossimo anno.

Altrettanti soldi verranno investiti per far salire il fondo destinato al Servizio Sanitario Nazionale a 113 miliardi. Una parte della cifra sarà destinata alla stabilizzazione contrattuale del personale precario e al piano nazionale per i vaccini. Ridotto di circa 10 euro annui anche il canone Rai, che passa dai 100 euro previsti per il 2016 a 90 euro per il 2017, riduzione che appare ancor più considerevole se confrontata con i 113,50 euro del 2015, si conferma comunque la modalità di pagamento tramite addebito sulla bolletta dell’energia elettrica.

Per quanto riguarda Ires e Iri , Matteo Renzi ha deciso di portare entrambe al 24%. L’obiettivo infatti è proprio quello di creare occupazione abbassando le tasse sia per lo società di capitali sia per le società di persone, oltre ad annunciare interventi per dare certezze ai lavoratori autonomi, in particolare i più giovani. La nuova Iri partirà da Gennaio 2017, e si applicherà sia al reddito di impresa che al reddito autonomo, al fine di favorire il reinvestimento in azienda.  Tra gli altri provvedimenti fiscali la sterilizzazione dell’aumento dell’Iva , e l’abolizione dell‘Irpef per il reddito agricolo.

Il Piano Casa

Tra i provvedimenti più significativi del Piano Casa senza dubbio spiccano i Bonus Casa, in particolare SismaBonus, con un incentivo all’85% e bonus e per il risparmio energetico. L’ Ecobonus si riconferma al 65% mentre il bonus ristrutturazioni sarà al 50% per tutto il 2017. Il bonus mobili è stato tagliato mentre è confermata la detrazione per coloro i quali adeguano le proprie abitazioni nelle zone sismiche 1 e 2. Il progetto ” Casa Italia” va ad aggiungersi ai fondi già previsti per aiutare le popolazioni colpite dal sisma del Centro-Italia del 24 agosto e avrà un budget di 4,5 miliardi di euro.

Conferme e ulteriori novità

Confermato il bonus bebè in aiuto dei neo-genitori e stanziati 500 euro un tantum per migrante, al fine di aiutare i Comuni a sostenere le spese. Innovazioni anche per quanto riguarda le assunzioni nel pubblico impiego e le pensioni, per cui saranno disponibili 7,5 miliardi di euro per quattordicesima, riservata ai titolari di pensioni più basse, e anticipo. Gli 80 euro, mantra del governo Renzi, diventeranno strutturali in busta paga per gli appartenenti alle Forze Armate.