Normandia: perché visitarla, cosa vedere e quando conviene andarci

Ci sono centinaia di milioni di milioni di posti da visitare, ma la Normandia ha un fascino con un collegamento atavico con l’Io selvaggio dell’essere umano. Spesso non viene valorizzata abbastanza, anche a causa di un continuo bombardamento di luoghi molto “commerciali-turistici”, dalla televisione e dalle riviste del genere. Spesso si torna anche molto delusi, ma le vacanze in Normandia, hanno il 98% di turisti soddisfatti.

Perché visitare la Normandia, il ritorno alle radici

Per essere corretti, verso gli utenti che stanno dimostrando interesse per questa “località”, diciamo che ci sono determinati servizi offerti ai turisti. Non si può certo dire che possiamo trovare di tutto e di più, come nella città di Roma o di Milano. Le vacanze in Normandia sono una “scoperta”. Si intraprende un viaggio interiore, migliore anche di quello che riguarda l’India perché, in questa zona Europea, c’è la vera storia della forza dell’uomo.

Tuttavia, proprio perché non si tratta di un luogo che è immerso, soffocato da turisti che cercano lo “svago”, si vive l’emozione e l’avventura dell’esploratore. Perché visitare la Normandia? Immaginate, perché ora potete solo immaginare, il fascino costiero, dove le onde si infrangono violentemente. La bellezza delle campagne rurali, selvagge e libere. La seduzione delle abbazie, monasteri, delle colonie romane e anche dei siti della popolazione pre medioevo. Senza dimenticare poi il mistero delle grotte e delle leggende che vi sono nate.

Cosa vedere in Normandia?

Le tappe sono molte, ma citiamo quelle che sono realmente imperdibile, affascinanti e meravigliose. Allora, cosa vedere in Normandia? L’Abbazia di Saint Michel era già molto visitare nell’antico medioevo, dai pellegrini di tutta l’Europa. Un monumento imponente, arroccata su uno isolotto a collinetta, immersa nel mare. I muri di contenimento la proteggono dall’alta marea e, quando le onde si ritirano, si palesa una spiaggia ai suoi piedi. Alta 157 metri, oggi è uno dei “borghi” medievali non modificato dal tempo.

Una seconda tappa, per i più romantici, è la costa dei Fiori seguita poi dal paesaggio costiero di “Étretat”, con panorami mozzafiato per terminare con l’abbazia di Jumièges. Queste sono le risposte alla domanda: cosa vedere in Normandia!

Attenti alle previsioni meteorologiche

Nel viaggio intrapreso per giungere a vivere delle ottimali vacanze in Normandia, c’è un gesto “quotidiano” da compiere, cioè state attenti alle previsioni del tempo. Ebbene sì, potrebbe sembrare strano, ma è un consiglio dagli ottimi benefici. La Normandia ha un clima molto “dispettoso”. Ora c’è il Sole, ma in un paio di ore c’è il diluvio universale. In questo altalenare del tempo, si deve prestare attenzione al “meteo Normandia”.

Pensate che su internet ci sono proprio dei siti, adattati ai turisti, che mostrano quale siano le precipitazioni atmosferiche in un determinato luogo di questa “regione” francese.

Cosa mangiare in Normandia

Continuando nei consigli per visitare la Normandia state attenti a cosa mangiare e anche alle trappole turistiche. Cosa mangiare in Normandia? Paese che vai… cibo che trovi! In Normandia sono fondamentale l’assaggio dei formaggi, le varie tipologie di burri e panne. I più rinomati sono il Camembert e il Livarot. Le ricette ittiche a base di crostacei, sono anche le più buone che potete trovare in tutta Europa.

Le vacanze in Normandia, consigli essenziali

Per quanto riguarda le trappole turistiche, che sono una triste consapevolezza dei residenti, ritroviamo:

  • Ristoranti con prezzi non affissi
  • Il famoso oggetto d’oro in regalo
  • La lettura della mano con malocchio

I consigli per visitare la Normandia senza essere vittime di queste trappole sono semplici e poche. Se siete dei “palesi turisti”, evitate i locali di ristorazione dove non ci sono prezzi fissi o dove vi portano un menù senza alcun prezzo scritto.

In caso siete raggiunti da uno sconosciuto che dichiara che ha visto cadere dalla vostra tasca del giubbino, dalla borsetta o dalle valigie, un oggetto d’oro, non accettatelo. Solitamente vi danno quest’oggetto richiedendo una “ricompensa” per la loro onesta. Infine, la lettura della mano viene eseguita da artisti di strada, che poi vi stringono la mano, guardandovi negli occhi e maledicendovi se non gli date del denaro. Una vera e propria estorsione.