Non c’è pace per Pompei: nuovo crollo, chiusa porta Marina

Non c’è pace per Pompei: nuovo crollo
Non c’è pace per Pompei: nuovo crollo

Ingresso di porta Marina chiuso di urgenza per via di una pietra lavica staccata e per fortuna non ci sono danni a persone ma tanta preoccupazione per il futuro di Pompei. Un nuovo crollo si è verificato nell’area del sito archeologico tra i più conosciuti e visitati al mondo; A Pompei, questa volta si è verificato un crollo nei pressi dell’ingresso di porta Marina. A cedere è stata una porzione di pietra lavica da una colonna di un portichetto di una casa vicina all’ingresso.

Nessun danno a persone, il crollo è avvenuto poco dopo l’apertura del sito ed è stato immediatamente chiuso l’ingresso Marina, dove sono al lavoro specialisti per mettere in sicurezza l’area e valutare la statica delle colonne. Questo ulteriore crollo si verifica dopo solo un mese dalla trionfale visita del Presidente del consiglio, Renzi, che aveva incensato il recupero e il restauro dell’area archeologica.

Tempo fa Pompei faceva parlare di se tutto il mondo perché cadeva a pezzi” dichiarava Renzi, “Oggi si parla di Pompei per il recupero e i meravigliosi restauri”. Pompei ha risposto a modo suo, crollando. La visita del sito resta comunque possibile utilizzando l’ingresso di Porta Eraclea.

About Redazione 936 Articles
Contenuti pubblicati dalla redazione di Piazza Armerina, scritti a quattro mani da più content writer, sempre aggiornati con le ultime news dal web.