Mutui per dipendenti della pubblica amministrazione: tassi e requisiti

Mutui dipendenti pubblica amministrazione tassi e requisiti

I dipendenti della pubblica amministrazione hanno la possibilità al giorno d’oggi di richiedere un mutuo a determinati enti statali o istituti creditizi, con la possibilità di godere di particolari agevolazioni, capaci di fornire all’usufruttuario del finanziamento immobiliare dei tassi convenienti e commisurati alle proprie tasche e alle proprie possibilità.

A questo proposito, andiamo a vedere quali sono i requisiti richiesti dall’ente statale INPS per quanto riguarda l’erogazione di mutui da concedere ai lavoratori impiegati nella pubblica amministrazione.

Concessione mutui INPS per dipendenti pubblici: ecco chi può richiederli e quali sono i vantaggi

I mutui agevolati concessi dall’Inps ai dipendenti della pubblica amministrazione, sono messi a disposizione dall’ente per la prima casa non di lusso, e la domanda per l’erogazione di questo tipo di finanziamenti necessita di una serie di requisiti specifici e segue un iter ben preciso.
Il mutuo in questione è erogato solo in seguito all’invio dell’apposita domanda telematica e dopo un’accurata verifica delle condizioni messe a punto dall’ente, secondo le quali il cliente dovrà essere un dipendente della pubblica amministrazione iscritto alle casse previdenziali ex Inpdap, l’assicurazione mutuo Inpdap Inps da stipulare contestualmente al mutuo e la polizza assicurativa RC nei confronti di terzi.

Inoltre, ai fini della concessione del mutuo, verrà controllata preventivamente la planimetria e la visura catastale dell’unità abitativa, la relazione notarile preliminare del bene, la dichiarazione di proprietà, quella del certificato di abitabilità e agibilità rilasciato dal Comune e la dichiarazione del direttore dei lavori o del professionista incaricato di verificare la conformità dell’edificio rispetto alle normative, l’ultimazione effettiva dei lavori, l’avvenuta iscrizione al catasto e la certificazione APE dell’anno in corso.

Per quanto riguarda i tassi di interesse relativi al mutuo Inps, il richiedente avrà a disposizione dei tassi agevolati a seconda delle proprie esigenze, e potrà scegliere tra fisso o variabile a partire dalla terza rata.