Museo Diffuso: tutte le informazioni di questo museo della resistenza e dove si trova

Museo diffuso della resistenza

Il museo diffuso della resistenza è un progetto a diffondere la memoria della Seconda guerra Mondiale sul territorio italiano. Attualmente, il più importante si trova a Torino, nelle immediate vicinanza del centro cittadino. Tuttavia, seppur meno conosciuti, ne esistono altri due: quello nella Sabina, precisamente sul territorio comunale di Poggio Mirteto in provincia di Rieti, e il secondo a Milano nei Bastioni di Porta Volta.

Questi vengono definiti “museo diffuso” in quanto non si tratta di una semplice esposizione, ma di un complesso di più edifici, che hanno uno stretto rapporto con il territorio e con il patrimonio conservato all’interno del museo. Pertanto, non si parla di museo espositivo, bensì di un luogo conservativo del patrimonio culturale, storico e territoriale.

Questi progetti si impegnano a ricordare quel che è successo e quali tappe ha dovuto affrontare l’uomo in quel dato periodo, con la speranza di costruire un domani migliore.

Il museo diffuso della resistenza a Torino

Il Museo diffuso della resistenza a Torino si trova nelle immediate vicinanze del centro di Torino, nella zona di Porta Susa.

L’ingresso per il museo ha un costo di 5€, con possibilità di ottenere un biglietto ridotto a 3€ per gli studenti tra i 16 e i 25 anni, e gli under 65. L’ingresso è gratuito per i minori di 16 anni.

Il museo è aperto dal 2003, con la sede principale nel Palazzo dei Quartieri Militari di San Celso. Il Museo Diffuso della resistenza di Torino, tuttavia, è un vero e proprio viaggio interattivo nella memoria, e si sviluppa in 20 luoghi diversi testimonianza di quanto accaduto durante la Seconda Guerra Mondiale, collocati all’interno della città. Tra questi spiccano Palazzo Campana, il ghetto ebraico, la Sinagoga, e l’Orfanotrofio israelitico.

Il museo, dunque, si compone di diversi percorsi nei luoghi della memoria. Questi luoghi, oggi, sono stati trasformati dall’urbanizzazione, con il rischio che questi passino inosservati, e che la loro identità venga cancellata.

Il museo nazionale della resistenza di Milano

Un nuovo progetto di Museo diffuso della Resistenza coinvolgerà anche Milano, nell’edificio progettato dallo studio Herzog & de Meuron. Il sito avrà l’obiettivo di far riscoprire i visitatori i valori della lotta per la liberazione, e coinvolgere i giovani nella storia, e nella memoria di chi ha combattuto per liberare l’Italia.

Museo diffuso della resistenza in Sabina

Il Museo diffuso della Resistenza di Sabina, invece, è nato nel 2015, ed il progetto è stato finanziato dalla regione Lazio. Il museo si prefissa l’obiettivo di conservare la memoria del secondo conflitto mondiale, e di diffondere la memoria storica degli eventi che hanno visto protagonista il comune di Poggio Mirteto.