Montino e la bonifica della lecceta di Fregene

Finalmente, dopo numerosi tentativi e rinvii, a Fiumicino e dintorni si è riusciti ad attuare tutte le bonifiche necessarie per eliminare i rifiuti che man mano avevano ridotto il sottobosco e tutta la lecceta ad un cumulo di immondizia che non permetteva nemmeno più il passaggio delle auto, a cui era stato proibito il passaggio.

Grazie all’intervento del sindaco Esterino Montino (che si è ricandidato per le prossime elezioni) si è riusciti a bonificare il territorio permettendo anche e soprattutto un miglioramento dell’ecosistema e delle condizioni di vita degli animali che, progressivamente, sono tornati ad abitare questo spazio ora di nuovo verde.

Ovviamente non è sufficiente solo un intervento di bonifica per essere certi che questa zona non sarà più soggetta a subire veri e propri atti vandalici e incivili che potrebbero nuovamente ridurla a zona impraticabile.

Purtroppo, anche dopo l’annuncio dell’intervento, pare ci siano stati episodi poco chiari di interventi incivili che avrebbero nuovamente danneggiato la zona.

Fortunatamente, nonostante gli incivili siano molti, anche i cittadini si stanno dando da fare per mantenere l’ordine e per segnalare tempestivamente qualsiasi intervento che possa danneggiare un bene comune.

Montino dal canto suo fa sapere di essere molto orgoglioso di essere riuscito a restituire una zona verde ai suoi cittadini e li ringrazia della collaborazione dimostrata per riuscire a mantenere la zona al meglio e al riparo da malintenzionati.

Due anni fa era stata presa la decisione di ripulire la lecceta di Fregene proprio per restituire un “polmone verde” ai cittadini che così avrebbero avuto nuovamente l’opportunità di poter passeggiare liberamente per il bosco e sentirsi in piena libertà e salute ad un passo da casa propria.

La lecceta tuttavia è molto estesa, circa 20 ettari, e per ora l’attività di Montino è riuscita a bonificare solamente le aree più esposte che comunque sono sufficientemente grandi per poter essere già un ottimo punto di partenza da cui proseguire per bonificare anche la restante parte.

Già iniziare i lavori e riportare il bosco in parte praticabile è stato un grandissimo lavoro perché le difficoltà sono sempre moltissime e il territorio vasto ma, in ogni caso, come assicurato dal sindaco Montino, l’azione proseguirà fino alla completa bonifica del territorio.

Come già detto e ribadito anche da Montino sui social, l’azione di bonifica va di pari passo con un adeguato monitoraggio, in grado di eliminare qualunque tipo di nuovo intervento atto a sporcare e danneggiare il suolo pubblico, sperando che il bene comune possa essere preservato e che la sensibilizzazione dei cittadini continui ad aumentare.