Mafia Capitale e Matteo Renzi non vuole punire i colpevoli

Mafia Capitale e Matteo Renzi non vuole punire i colpevoli

Mafia Capitale è ormai un argomento all’ordine del giorno, Matteo Renzi torna a parlarne e conferma come i colpevoli dovranno essere puniti.

Se da un lato il premier vuole punizioni per i colpevoli, dall’altra però lo stesso Renzi precisa che non bisogna comunque sparare nel mucchio, dunque come lui stesso conferma, non bisogna fare di tuta l’erba un fascio.

Proseguendo Renzi ha poi confermato:

Ho cinque sottosegretari con l’avviso di garanzia, tre del Pd. Siccome credo nella Costituzione e ho giurato sulla Carta, un cittadino è innocente finché non viene provato il contrario. Questo per me è il discrimine tra giustizia e giustizialismo. Io ho anche avuto un padre indagato qui a Genova. Non mi troverete mai dalla parte di quelli per cui un avviso di garanzia significa richiesta di dimissioni”.

Per gli ineleggibili invece e riguardo all’ultimo eletto per la regione Campania, De Luca, i problemi sono legati ad abuso d’ufficio che nulla a che vedere con situazioni ben più gravi e pendenti di altri esponenti politici, il reato in se insomma è molto meno grave.

About Redazione 936 Articles
Contenuti pubblicati dalla redazione di Piazza Armerina, scritti a quattro mani da più content writer, sempre aggiornati con le ultime news dal web.