Locazione finanziaria: come funziona e cosa bisogna fare

beni materiali

La locazione finanziaria è un’operazione di finanziamento concessa da una banca o da un ente finanziario. L’ente concede per un determinato periodo di tempo, e dietro il pagamento di un canone, l’utilizzo di un bene di un terzo fornitore.

Viene chiamato anche leasing finanziario ed è un contratto trilaterale, che coinvolge tre parti: il concedente o locatore, ovvero l’ente finanziario o la banca, l’utilizzatore, ovvero colui che acquista il bene o che ne ha richiesto la sua costruzione, e il fornitore, cioè il precedente proprietario del bene locato.

In alcuni casi, il fornitore e il locatore possono essere la stessa persona. In questo caso si parla di lease back.

Locazione finanziaria: cos’è e come funziona

La locazione finanziaria è un contratto di locazione che coinvolge tre parti. Il contratto prevede due elementi fondamentali: un utilizzatore per procedere con l’utilizzo del bene necessita dell’intervento di un ente finanziario (per esempio una banca o un agente del credito), e un locatore disposto a prendere in carico il bene e a concederne l’utilizzo viste determinate garanzie finanziarie. Quest’ultimo prende possesso del bene in questione e ne concede l’utilizzo al locatore dietro il pagamento di un canone e per un tempo determinato. Alla fine di questo determinato periodo di tempo, l’utilizzatore può decidere di acquistare il bene alla cifra concordata, prorogare il contratto e continuare ad utilizzarlo a condizioni economiche predeterminabili, oppure cessare il suo utilizzo e chiudere il contratto. In quest’ultimo caso, il bene tornerà al fornitore.

Il contratto può avere una anche una durata minima di due o tre anni.

Locazione finanziaria: cosa bisogna fare per richiederlo

Per richiedere un contratto di locazione finanziaria, l’utilizzatore deve aver necessariamente aver compiuto il diciottesimo anno di età. Inoltre, per avviare il finanziamento, il locatore ha diritto di richiedere alcune garanzie. Potrebbe richiedere, infatti, le ultime tre buste paga del richiedente, eventuale reddito, e un anticipo.

Il richiedente, infatti, deve dimostrare di essere in grado di poter pagare la locazione.

Per quali beni si può richiedere il leasing

La locazione finanziaria può essere richiesta per beni materiali, suddivisi in beni mobili, come per esempio macchinari e/o impianti industriali, auto e strumenti di lavoro, e beni immobili, che comprendono capannoni, terreni agricoli e stabilimenti industriali. Tra i beni immateriali, invece, vi sono i software e servizi.

Il locatore si fa carico di questi beni, anticipando la cifra dovuta al fornitore. In questo modo il richiedente può utilizzare questi beni pagandone il canone.