Lampadine basso consumo: cosa sono, durata e caratteristiche

Il consumo energetico passa attraverso anche all’illuminazione di casa. Le lampadine sono uno dei fattori più dispendiosi che abbiamo in casa, ma anche in un negozio o locale commerciale. L’intensità e la luminosità rimane una parte realmente molto importante. Per questo si deve cercare di valutare esattamente quale sia la lampadina giusta per le nostre tasche.

Quali sono le migliori? Dite che si cerca una tipologia che sia a basso consumo non è sufficiente. Un utente deve cercare ci conoscere il prodotto. Sul mercato attuale ci sono delle lampadine:

  • Luce fredda
  • Basso consumo
  • LED
  • Alogene

Già con queste ci viene il mal di testa perché si pensa che alla fine una sia uguale all’altra. Le differenze ci sono e sono da valutare in base alla luminosità naturale che avete in casa. Se dalle finestre già entra una buona luce naturale, allora possiamo decidere di avere una lampadina meno intensa.

LED e alogene, sono la stessa cosa

Le lampadine a LED e alogene sono quelle più consigliate.  La tipologia alogena funziona con un meccanismo a incandescenza, ma dove i filamenti si riscaldano molto, regalando una buona intensità. Una volta che il filamento si è “arroventato”, riesce a consumare una percentuale di energia che è minore del 15% rispetto alla lampadina tradizionale.

Mentre la lampadina al LED funziona con un diodo interno che riesce poi a regalare una buona luminosità. Si trovano diversi colori. La lampadina a LED si consiglia anche per i negozi. Il risparmio che essa riesce a garantire e dal 20% al 30%. La percentuale varia dal colore che poi si sceglie. Sicuramente il modello di lampadina al LED è quella che offre un grande risparmio energetico, ma non è detto che la luminosità piaccia a tutti.

Lampadine a risparmio energetico

Facendo un piccolo indovinello: quali sono le lampadine che consumano di più in casa? Quelle da giardino oppure da terrazzo. Il problema è che all’esterno deve essere presente una “luce” che sia effettivamente resistente alle intemperie. L’isolamento è importantissimo perché le infiltrazioni di acqua sono la prima problematica che si deve affrontare.

In questo caso è stata creata una lampadina da esterno che è a basso consumo, quindi si risparmia energia elettrica, ma è altamente resistente, parliamo della lampadina al sodio. Tramite la sua particolarità di meccanismo e funzione, troviamo che la sua illuminazione sia perfetto per le aree esterne. Anzi, si ha una luce che si diffonde come un Sole. La sua colorazione è simile a quella di un bianco dorato e quindi si ha comunque una buona intensità. Il risparmio è quello del 15% rispetto alle lampadine tradizionali, ma sono resistenti alle intemperie.

Per risparmiare, usa il regolatore di intensità

Volete risparmiare in modo sicuro? Magari avete già sostituto le lampadine e avete notato che ora state recuperando denaro, ma non vi basta? Allora vi consigliamo di collocare un regolatore di intensità. Tramite una “rotellina” è possibile decidere quale sia la luminosità interna e quindi avere un ennesimo risparmio. Si tratta di un meccanismo consigliato anche per quanto riguarda la salute degli occhi. Avere delle luci intense porta ad abbassare la vista e quindi, i nostri occhi, “invecchiano” prima. Se ci sono le tecnologie, meglio usarle per un beneficio alle nostre tasche e non solo.