Jobs Act, non ha aumentato l’occupazione

In questi mesi Renzi e il suo governo non hanno fatto altro che osannare il Jobs Act, la loro riforma del lavoro che avrebbe finalmente rilanciato l’occupazione e dato una bella scossa all’economia italiana.

Oggi a distanza di 4 mesi dall’introduzione della Jobs Act parlano proprio gli imprenditori e la loro voce traspare da un sondaggio realizzato dalla Fondazione Studi dei Consulenti del lavoro realizzato in occasione della sesta edizione del Festival del lavoro.

Cosa dicono gli imprenditori? Innanzitutto occorre dire che il voto che essi hanno dato in media a questa riforma è 5. In effetti, circa il 70% degli imprenditori italiani pensa che con il Jobs Act non siano di fatto aumentate le assunzioni: ciò che è avvenuto è stato solo una stabilizzazione dei contratti già esistenti. Molti altri affermano che avrebbero preferito un altro strumento e un’altra iniziativa per rilanciare il lavoro.

E c’è chi pensa a quando scadranno gli incentivi previsti dalla legge di stabilità 2015: insomma, per molti si tornerà a come stavamo prima in quanto questa ripresa economica prospettata ancora non si avvera.

About Elisa Carriero 44 Articles
Content writer per passione, scrivo in particolar modo di argomenti di tecnologia, ma anche gossip e serie tv.

1 Commento

  1. Ma siete sicuri di quanto scrivete ? Per un precario con contratto da precario averne uno a tempo indeterminato è la stessa cosa ? In FCA hanno solo stabilizzato precari per esempio ? Ma vi leggete su cosa scrivete ? Ma quanto tempo ci avete messo ad elaborare questo studio di alta statistica bivariata ? Mamma mia … I soliti italiani.

I commenti sono bloccati.