Iran, accordo sul nucleare sempre più vicino

Iran, accordo sul nucleare sempre più vicino
Iran, accordo sul nucleare sempre più vicino

Sembra sempre più vicino l’accordo sul nucleare con l’Iran.

In questo senso si è anche espresso il presidente iraniano Hassan Rohani. Anche il ministro degli Esteri Zarif, da Vienna, conferma.

L’intesa potrebbe essere già raggiunta da lunedì prossimo, anche se alcuni osservatori pen13sano che in realtà i dettagli tecnici da mettere a punto siano ancora molteplici.

Il relativo documento, intanto, è passato dalle 80 alle 100 pagine negli ultimi giorni, segno che comunque c’è la volontà politica di andare avanti studiando le soluzioni più adeguate ai problemi.

Lo stesso Segretario di Stato americano John Kerry pare essere molto rilassato, conscio che evidentemente è stato fatto un buon lavoro.

Kerry, dopo aver lavorato 15 ore sabato sull’accordo, è andato a messa a Vienna nella storica cattedrale di Santo Stefano.

Intanto, come al solito, il primo ministro israeliano Netanyahu ha bocciato l’intesa, poiché, dice, “l’Iran si doterà di molti ordigni nucleari e potrà disporre di centinaia di miliardi di dollari coi quali finanziare il terrorismo”. Per Israele, queste sono brutte giornate.

Da notare che Israele le sue brave bombe atomiche ce l’ha già da tempo, ma, ovviamente, per lo Stato ebraico le armi di distruzione di massa sono solo un deterrente. Certo, è così, lo sappiamo tutti. Vero?

About Redazione 936 Articles

Contenuti pubblicati dalla redazione di Piazza Armerina, scritti a quattro mani da più content writer, sempre aggiornati con le ultime news dal web.