Inizia male la settimana decisiva per MPS: il titolo sospeso due volte per eccesso di ribasso

MEF

Non comincia nel migliore dei modi la settimana più importante della sua vita il Monte dei Paschi di Siena, il titolo è già stato sospeso per ben due volte per eccesso di ribassi, ed ora viaggia comunque in profondo rosso, a quota 19,31€ perdendo il 7,50%.

Sembra pesare sulla Banca più antica del mondo un generale pessimismo riguardo l’attesa sull’operazione di aumento di capitale, con la quale Mps dovrebbe trovare circa 5 miliardi di euro di capitali entro giovedì.

Dopo l’ok della Consob è partita l’operazione di riconversione delle obbligazioni in azioni, e ci aspetta una risposta importante proprio da questo settore.

Grande attesa anche per la decisione del primo investitore della Banca, il Qatar, che dovrebbe rifinanziare l’istituto per almeno 1 miliardo di euro.

L’offerta come noto è dedicata per il 30% agli azionisti, per il 5% al mercato e per il restante 65% ad investitori istituzionali, che potranno godere di 24 ore in più rispetto agli altri, fino a giovedì 22 alle ore 14.

In programma due consigli di amministrazione di Mps, uno oggi per dare avvio alle operazioni di recupero di capitali ed un altro proprio venerdì a Siena, per prendere atto dell’esito dell’operazione.

MPS, critiche dall’Europa

Intanto proprio quando si fa sempre più vicina l’ipotesi di un possibile intervento dello Stato italiano, arrivano dure critiche dall’Europa e soprattutto dalla Germania di Angela Merkel.

Christoph Schmidt, uno dei consiglieri della Merkel, a rilasciato un’intervista dove parla di quanto sarebbe scorretto far pagare ai contribuenti italiani il soccorso di Mps, e che questo metterebbe in crisi l’intera unione bancaria.

Staremo a vedere se Mps riuscirà a salvarsi da sola o se il claudicante Governo Gentiloni avrà la forza per contrastare la Germania e salvare comunque l’Istituto.