Influenza 2016 rimandata? il picco atteso per febbraio

Influenza 2016 rimandata il picco atteso per febbraio
Influenza 2016 rimandata il picco atteso per febbraio

Il picco dell’influenza potrebbe essere raggiunto nel mese di febbraio, con maggior ritardo rispetto agli anni passati.

Il periodo meteorologicamente anomalo, con temperature decisamente superiori alle medie del periodo, ha avuto una inevitabile ripercussione sulla diffusione dell’influenza tra gli italiani. E così l‘influenza 2016 potrebbe raggiungere il suo picco in ritardo, ovvero nel mese di febbraio, diversamente da quanto avvenuto negli anni passati quando complici le basse temperature si presentava tra dicembre e gennaio. Questo perchè non si sono verificate vere e proprie ondate di gelo sull’Italia con il risultato di uno sposamento di alcune settimane del temuto picco influenzale, ovvero quel periodo dell’anno nel quale è fortemente probabile ammalarsi.

Sono quattro i ceppi di influenza 2016 che si possono diffondere nel Belpaese ma quest anno, secondo gli esperti, la stagione influenzale sarà decisamente meno intensa e caratterizzata da una ridotta intensità oltre ad essere priva di un vero e proprio allarme relativo a possibili epidemia legate al diffondersi del virus EAH1N1. Ad oggi il numero di casi di influenza non ha raggiunto il milione, con un picco il cui arrivo tardivo a febbraio potrebbe avere come conseguenza una lunga coda legata alle possibili condizioni ideali, da quel mese in poi, per la proliferazione del virus influenzale.