Influenza 2016 in Italia: picco dopo Natale, le regioni piu’ a rischio

Influenza 2016 in Italia picco dopo Natale, le regioni piu' a rischio
Influenza 2016 in Italia picco dopo Natale, le regioni piu' a rischio

Sono Piemonte, Lazio, Campania e Basilicata le regioni a rischio Influenza Italia 2016, altrove incidenza sotto la soglia epidemica

Seppur meno preoccupante degli anni passati, l’influenza 2016 raggiungerà anche in Italia il suo picco. Secondo la Rete Italiana Sorveglianza Influenza che si occupa di stimare l’incidenza dell’influenza in Italia durante la stagione invernale, regione per regione, valutando anche la sua durata ed intensità, il picco si raggiungerà proprio in questi giorni. Anche se l’incidenza è in quasi tutte le regioni inferiore alla soglia epidemica, ad eccezione di Piemonte, Lazio, Basilicata, Campania e nella città di Trento.

I dati parlano di 90mila casi di influenza in questa settimana, che portano il totale a 573 mila casi. Cifre che rappresentano una stima basata sui dati inviati da 756 medici sentinella, relativi alla frequenza di diffusione dell’epidemia influenzale tra i rispettivi pazienti. E’ emerso un valore dell’incidenza totale di 1,49 casi ogni mille assistiti, che cresce a 4,18 casi tra i bimbi di 0-4 anni; è invece pari a 1,81 per mille, nella fascia 5-14 anni e 1,57 tra 15 e 64 anni; 0,56 è invece il valore dell’incidenza per chi ha più di 65 anni. Le previsioni vedono, tra coloro che saranno colpiti dall’influenza 2016, un tasso superiore al 40% di persone sotto i 18 anni ed un altro 40% nella fascia 18.65 mentre solo il 20% avrà più di 65 anni.