Gioco online: in crescita il gambling nel 2020

Gli italiani si confermano appassionati di gambling online, con il settore dei servizi videoludici telematici che continua a crescere nel 2020, a fronte della crisi dei casinò tradizionali e dei centri scommesse fisici a causa della pandemia di Covid-19. In particolare, il mercato del gioco online ad agosto fa registrare un aumento del 33% dei ricavi, secondo quanto riportato da AGIMEG, con una raccolta salita a 186,9 milioni di euro rispetto ai 140,7 dello stesso mese del 2019.

Nel dettaglio sono in crescita tutti i settori legati al gambling online, con i casinò online che salgono del 41,4%, il poker a torneo che aumenta del 17,9%, il bingo online del 39,8% e le scommesse virtuali del 12,2%. Già nei primi 6 mesi del 2020 il comparto dei casinò online aveva fatto segnare un incremento del 37,1%, mentre da gennaio ad agosto la crescita del settore è stata 38,5% con una spesa di 744 milioni di euro.

In questo contesto si muovono sia i casinò online AAMS, ovvero con licenza rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM), sia i casinò online non AAMS autorizzati da altre istituzioni europee come Rabona, piattaforma di gambling online di cui il portale Rabona.biz propone una recensione dettagliata. Ad ogni modo il buon momento vissuto dal gioco online è sotto gli occhi di tutti, con i servizi videoludici digitali che stanno diventando una realtà sempre più consolidata nel nostro Paese.

Il mercato del gambling online nel mondo

Senza dubbio il gambling online è un mercato in forte crescita, non solo in Italia ma in tutto il mondo, un comparto con un tasso di espansione notevole che sembra non conoscere crisi, in grado di superare indenne il lockdown e convertirsi al digitale in modo estremamente rapido. Secondo il portale Statista, nel 2019 la spesa globale nel gambling online è stata di 58,9 miliardi di dollari, una cifra elevata con un mercato che si concentra in Nord America, Europa e Asia.

Le previsioni per il 2020 sono piuttosto positive, con i ricavi per il settore del gioco online che vengono stimati per quest’anno a 66,7 miliardi di dollari, con un incremento vicino al 14%. La analisi tendenziali sono ancora più ottimiste, infatti il fatturato mercato del gioco d’azzardo legale viene previsto oltre i 90 miliardi di dollari nel mondo entro il 2023, con un tasso di crescita rispetto al 2020 di oltre il 30%.

Negli Stati Uniti la diffusione del gioco online non è così elevata come si potrebbe pensare, infatti sono soltanto 3 gli Stati in cui è legalizzato, Nevada, Pennsylvania e New Jersey, mentre si attendono legislazioni in arrivo per il Canada e il Messico. La presenza più consistente si trova in Europa, Russia e Asia, tuttavia in molti paesi orientali esistono leggi piuttosto severe contro il gambling online e non sempre è legale.

La legislazione sul gioco d’azzardo in Italia

Nel nostro Paese il gioco d’azzardo è regolato da apposite normative di legge, con il controllo delle concessioni rilasciate tramite l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Nel 2018 sono state introdotte le discusse restrizioni previste dal Decreto Dignità, le quali come evidenziano i numeri del gioco online non hanno sortito molto effetto, nonostante il divieto di pubblicità da parte dei gestori di casinò e delle aziende di betting.

In Italia il gioco è legale e autorizzato, secondo i parametri imposti dalle leggi e con un forte controllo statale, un aspetto del tutto plausibile considerando i miliardi di euro raccolti dall’Erario attraverso il gioco, le scommesse e le lotterie nazionali. Eppure gli operatori del settore non sono molto contenti, nonostante gli ottimi risultati di questo inizio 2020, in quanto se da un lato cresce il gambling online i centri fisici sono in fortissima crisi.

La presenza territoriale rimane strategica per avere un rapporto diretto con gli utenti, mentre sul web rimane più difficile per i casinò AAMS competere sul mercato globale, con un deciso aumento delle piattaforme irregolari o completamente illegali. Secondo le rilevazioni della Guardia di Finanza il gioco illegale vale oltre 20 miliardi di euro, quindi ben vengano i nuovi poteri conferiti all’AGCOM dal DL Agosto, con l’Autorità che potrà procedere all’oscuramento dei siti di gambling che non rispettano le regole.

About Redazione 937 Articles
Contenuti pubblicati dalla redazione di Piazza Armerina, scritti a quattro mani da più content writer, sempre aggiornati con le ultime news dal web.