G7 si stringe su caso Ucraina e Obama attacca

G7 si stringe su caso Ucraina e Obama attacca

Al G7, nel quale c’è stato anche l’intervento del premier Matteo Renzi sulla questione dei migranti, ricordiamo che Renzi ha voluto rispondere alle proteste della Lega, lanciando l’ipotesi anche degli incentivi per chi ospita.

Ma intanto Obama e Putin non se le mandano a dire, agli Stati Uniti la questione Ucraina non va giù e la Russia, secondo il presidente degli Stati Uniti, sta cercando di ricreare il vecchio impero:

La Russia sta ancora violando gli accordi sull’Ucraina e se sarà necessario inaspriremo le sanzioni. Putin sta scegliendo di mandare a pezzi l’economia russa”.

Da parte sua Vladimir Putin non le manda a dire e attraverso il Ministro degli Esteri, Mosca risponde a tono: “Ci riserviamo il diritto di reagire conseguentemente a tutte le iniziative non amichevoli compiute contro di noi dagli Usa”.

Intanto qualche piccola nota distensiva sul discorso dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici, con l’accordo e l’impegno per ridurre il più possibile la produzione di energia attraverso carbon fossile.

About Redazione 936 Articles
Contenuti pubblicati dalla redazione di Piazza Armerina, scritti a quattro mani da più content writer, sempre aggiornati con le ultime news dal web.