Fusione Wind-Tre novembre 2016, cosa cambierà tra abbonamenti, prezzi e offerte

Fusione Wind e Tre

Ad oggi è ufficiale la fusione tra due tra i massimi fruitori di servizi telefonici : la storica Wind e la più giovane Tre. La prima curiosità dei clienti delle due compagnie riguarda proprio le tariffe e gli abbonamenti proposti, nella speranza di poter usufruire di offerte più vantaggiose nate proprio dall’unione delle due. Dalle prime indiscrezioni si evince che probabilmente per i clienti di entrambe le utenze non cambierà nulla, mentre i nuovi clienti potrebbero trovare offerte meno vantaggiose.

I termini dell’accordo

Il primo compromesso tra le due società è avvenuto nell’estate 2015: il concordato era assolutamente alla pari, senza che una compagnia prevalesse sull’altra, e strutturato in modo che Tre potesse in qualche modo far fronte ai debiti accumulati da Wind, al fine di garantire ai cliente un’azienda completa in competenze e servizi e dotata di assistenza specializzata. L’accordo è stato annunciato da Jean- Yves Charlier, amministratore delegato di Vimpelcolm, società russa a capo di Wind.

La guida della neonata azienda nata dalla fusione sarà affidata Maximo Ibarra, attualmente amministratore Wind. La controparte contrattuale è Hutchinson, che da Hong Kong controlla Tre. La nuova compagnia avrà la diffusione più alta di tutta Italia, superando Vodafone e Tim con oltre 30 milioni di clienti nel solo traffico mobile.

L’accordo è stato reso possibile anche dall’operatore Iliad, che sbarcherà in Italia nel 2017 con l’appellativo di Free Mobile. L’azienda francese nata nel 1990 è famosa in Europa per la sua politica più che competitiva riguardo i prezzi , e proprio questo si pensa che potrebbe dare una svolta al mercato della telefonia, dato che le offerte di Iliad appariranno sicuramente allettanti a molti.

Riguardo l’accordo Vimpelcolm- Hutchinson , il ruolo di Iliad è stato fondamentale: proprio la firma con Wind e Tre riguardo al roaming ha permesso che le due società operanti in Italia ottenessero l’ok per la fusione da parte della Commissione Europea.

Le novità per i clienti

Per gli attuali clienti non ci saranno cambiamenti, sia che usufruiscano di ricaricabile sia che abbiano sottoscritto un abbonamento: a migliorare sarà senza dubbio la copertura per quanto riguarda il segnale internet e la velocità di navigazione. Secondo quanto dichiarato dagli operatori su Facebook infatti , la fusione porterà ad un miglioramento della rete e soprattutto allo sviluppo e diffusione del segnale 4G, che al momento appare piuttosto debole per entrambe.

La fusione tra le compagnie avrà effetti anche sul mercato della telefonia, rendendolo più equilibrato.