Funghi commestibili con la lettera A: elenco completo

Il fungo, oltre a essere una specie di muffa, è classificato anche come pianta commestibile, infatti molte ricette sono particolari e più gustose con questo ingrediente saporito, ma in natura non esistono solo funghi buoni, bisogna stare molto attenti a quelli tossici perché velenosi e causare gravi danni anche alle piante. Per nutrirsi ricavano sostanze importanti per loro assorbendole dall’ambiente che li circonda. Questo elenco è solo di funghi non velenosi e che si usano in cucina e anche solo per semplice curiosità perché iniziano con la prima lettera dell’alfabeto: A.

Elenco completo

  • Agrocybe aegerita: questo fungo nasce vicino ai pioppi, sono alti dai 3 agli 8 cm, le lamelle sono fitte e colorate inizialmente di bianco fino al marroncino. Il tubulo è piccolo sui 5 cm.
  • Amanita caesarea: si chiama anche Fungo reale o fungo di Cesare. sotto l’ombrello le lamelle sono di colore giallo, sul gambo è presente un anello che sembra una collana. Il sapore di questo fungo è molto dolce, di solito nasce in ampi spazi soleggiati vicino ai castagni e alle querce tra l’estate e l’autunno. Si può mangiare anche crudo.
  • Agaricus campestris: durante la sua  fase di crescita, le fitte lamelle che si trovano sotto il tubulo, subiscono vari cambiamenti di colore partendo prima dal bianco. È un fungo spontaneo che nasce e cresce nei prati che vengono concimati col letame tra la primavera e l’autunno. Il gambo è bianca e di forma cilindrica, mentre sulla parte alta è striata. Si può scambiare facilmente con un fungo molto simile ma velenoso che si chiama  Amanite bianca.
  • Agaricus macrosporus: le lamelle sono sottili e prima colorate di rosso e poi sul marrone, il gambo è liscio, e grosso. Cresce nei prati tra l’autunno e la primavera e a volte formano anche un cerchio, non bisogna prendere e mangiare quelli che nascono vicino alle strade perché assorbono più smog e metalli pesanti che provengono dalle macchine.
  • Albatrellus pes-caprae: il suo nome significa “piede di capra” perché somiglia all’orma che lascia lo zoccolo di questo animale. Il gambo è alto circa 10 cm ed è di colore giallo, l’ombrello è aperto e all’inizio il suo colore è bianco, maturando diventa marrone. Cresce di più in estate e in autunno e nei boschi umidi. Il suo sapore ricorda molto la nocciola, il fungo che gli somiglia ma è tossico si chiama Polyporus cristatus ed è color coriaceo.
  • Armillaria mellea: questo fungo cresce a grappoli e come parassita su alberi, ceppi e radici. Anche loro sotto al gambo hanno un anello fatto di fibre che somiglia a una collana, il gambo può essere lungo dai 5 ai 15 cm, il tubulo è di colore marroncino chiaro al lati mentre al centro è marrone scuro. Nasce durante l’inverno e può essere consumato ma a piccole quantità e quando non sono ancora maturi, bisogna farlo bollire per molto tempo nell’acqua perché possono causare malesseri nelle persone come intossicazioni.