Frutta alcalina: elenco completo, fa bene o fa male?

L’alimentazione è sempre un dilemma. Cosa fa bene? Carne, pesce, frutta e verdura? Alcuni dichiarano che è opportuno mangiare di tutto e un po’. Non possiamo non essere d’accordo, ma secondo molti studi e ricerche nutrizioniste, si nota che la dieta alcalina è la migliore. Per intenderci si parla di un’alimentazione ricca di frutta e verdura.

I vegetariani, che sono diversi dai vegani, introducono nei loro posti uova, latte e derivati animali, come i formaggi. Essi aiutano a non avere una grave carenza di nutrienti e anche di proteine. Aumentano poi l’assunzione della frutta alcalina che riesce a garantire un’ottima azione per il metabolismo. I vantaggi sono molti, come quelli di prevenire l’invecchiamento e anche di diminuire la comparsa di alcune patologie. Per questo si consiglia di assumere, una o due volte al giorno, una buona dose di frutta alcalina.

Dieta alcalina, cos’è, e a cosa serve

A cosa serve mangiare frutta e verdura? Da piccolo ci dicono che è importantissimo preferire questi alimenti piuttosto che il pane o la pasta. In effetti, il nostro corpo, è formato al 70% da acqua ed ha bisogno di una minima quantità di zuccheri.  Questi ultimi devono essere poi smaltiti in modo naturale. Si ha a che fare con una reazione semplice e naturale. Tuttavia, si ha un’anomalia delle funzioni corporee a causa dei cibi ipercalorici che assumiamo attualmente.

Gli zuccheri raffinati e lavorati sono molto difficili da smaltire. Occorre avere una dieta ricca di alimenti idratanti e bere molto. Questo conduce ad un’anomalia delle funzioni del meccanismo del nostro corpo. Si ingrassa facilmente, si contraggono e sviluppano nuove patologie. Il tutto può essere eliminato semplicemente tramite una buona dieta alcalina.

Tabella della frutta alcalina

L’importanza della frutta alcalina è importantissima ed esiste una tabella da poter consultare. I frutti migliore che è “molto alcalina” sono:

  • Melone
  • Mango
  • Uvetta
  • Maracuja
  • Anguria
  • Ananas

Mentre i frutti “moderatamente alcalini” sono:

  • Mela
  • Albicocca
  • Pesca
  • Fico
  • Arancia
  • Dattero

Esistono poi i frutti alcalini mediamente alcalino, cioè che hanno anche una buona percentuale di acidità, come:

  • Mandorle
  • Ciliegie
  • Prugne
  • Cocco
  • Mirtilli

Per trarre una buona percentuale di nutrienti, tutti i frutti sopra elencati devono essere freschi e di stagione, non di coltivazione in serra o “fuori tempo”.

Un’alimentazione per riattivare il metabolismo

L’avanzare dell’età porta ad avere una modifica del metabolismo. I problemi che ne derivano sono quelli che riguardano un invecchiamento precoce della pelle e anche un aumento del peso. Si tratta di una condizione “normale” che deve essere comunque aiutata a tornare alla fase originaria. I bambini hanno un metabolismo veloce, che cambia con la pubertà.

Negli anni poi si ha un’ennesima diminuzione della digestione, questo porta ad avere problemi di reflusso e di sovrappeso. I rimedi sono molti, come anche le finte pubblicità. Per avere un aiuto reale, dovete preferire una dieta alcalina per avere nuovamente una reazione interna che sia naturale e corretta.