Fondi Immobiliari 2017: rimborso Poste Italiane, le ultime novità e i motivi

Rimborso fondi Immobiliari Poste Italiane

Per quanto riguarda il caso concernente i quattro fondi immobiliari collocati presso i risparmiatori nel triennio 2002-2005 da Poste Italiane, la questione è ancora bollente.
Vediamo, nelle righe successive, di capire che direzione stanno prendendo i fatti riguardanti i risarcimenti di Poste sui Fondi Immobiliari.

Risarcimenti Poste Italiane: ecco come procede

Il periodo 2002-2005 ha visto il collocamento presso i risparmiatori di Poste, di quattro fondi immobiliari che si trovano ora in grande difficoltà.
I quattro fondi in questione, Invest Real Security, Obelisco, Europa Immobiliare 1 e Alpha, stanno ora costringendo l’azienda che si occupa di servizi postali a effettuare non pochi rimborsi.

La questione è stata resa nota nel momento in cui è scaduto il primo dei quattro fondi, il 31 Dicembre 2016, mentre gli altri 3 scadranno rispettivamente nel 2018, 2017 e 2030, e la loro posizione è ancora in fase di valutazione.
Questa situazione di emergenza, come spiegato da “La Repubblica”, si è creata poiché i fondi immobiliari che raccolgono i capitali dai risparmiatori per l’affitto e la vendita di palazzi, non hanno ottenuto i risultati sperati.

La crisi immobiliare ha infatti intaccato queste operazioni, lasciando Poste Italiane con un’ingente quantità di debiti a cui badare al più presto. L’azienda in questione, a quanto pare, ha espresso la volontà di garantire un ristoro per coloro che hanno sottoscritto di investire in Real Security, ma anche in altri fondi immobiliari collocati nel famoso triennio 2003-2005.

Staremo dunque a vedere se, nella data prevista per questi primi rimborsi, il 20 Gennaio 2017, per lo meno i 14.000 risparmiatori che nel 2003 hanno investito complessivamente 141 milioni di euro, riceveranno una parte del rimborso a loro dovuto.