Fisco online 2017, dal 6 gennaio ripartono le sanzioni di Equitalia dopo la pausa natalizia, tutte le scadenze di gennaio

fisco-correzione-modello-730

Dopo la pausa natalizia che ha visto il blocco delle sanzioni e della consegna delle cartelle da parte di Equitalia, fatta eccezione per quelle inderogabili, le consegne delle cartelle esattoriali riprenderanno a partire dal 7 gennaio.

Proprio per questo sarà bene tenere presente tutte le scadenze di gennaio in modo da non incappare in ritardi e sanzioni, che soprattutto dopo Natale e Capodanno non sono proprio bene accette. Andiamo a vedere.

Tre le scadenze a gennaio 2017, si parte il 16

Si inizia il 16 gennaio con il pagamento dell’Irpef tramite ritenuta d’acconto sul reddito da lavoro dipendente, da lavoro autonomo e sulle commissioni, rappresentanze e rapporti d’agenzia relativi al mese di dicembre.

Inoltre i datori di lavoro dovranno provvedere al pagamento tramite modello F24 dei contributi Inps di ottobre. Sempre con gli F24 tutti i soggetti interessati dovranno versare l’IVA del mese di dicembre. Infine fino al 16 gennaio è possibile effettuare i pagamenti delle tasse del 2016 beneficiando delle sanzioni ridotte per i ravvedimenti operosi.

Le ultime scadenze del mese il 25 ed il 31

Si continua il 25 gennaio con la presentazione degli elenchi Intrasat mensili e trimestrali per le operazioni all’interno della zona UE, per quanto riguarda la vendita e l’acquisto di servizi intracomunitari.

La scadenza riguarda i soggetti che hanno effettuato acquisti superiori ai 50.000€ nel mese di dicembre con rendicontazione mensile, e quelli con rendicontazione trimestrale relativi agli ultimi 3 mesi del 2016. Infine il 31 gennaio scade il termine per le segnalazioni riguardanti le spese sanitarie dei contribuenti tramite tessera sanitaria per la precompilata del modello 730.

Sono chiamate ad effettuare le segnalazioni le aziende del settore sanitario e veterinario, come Asl, ospedali, farmacie e gli iscritti agli Albi professionali.