Fisco italiano: nel 2016 erogati rimborsi per oltre 14 miliardi di euro. 10 miliardi dall’IVA

Confindustria siamo in ripresa ma tasse troppo alte
Confindustria siamo in ripresa ma tasse troppo alte

Il Fisco italiano diventa sempre più efficiente e rende noti i dati per quanto riguarda il 2016 sui rimborsi erogati a cittadini ed imprese, per una cifra complessiva che ha superato i 14 miliardi di euro, esattamente a quota 14,3.

I rimborsi hanno riguardato sia soggetti fisici che società, per un totale di oltre 2 milioni e 700 mila rimborsi nel 2016.

La parte più cospicua ha interessato i rimborsi dell’IVA, che hanno raggiunto la cifra di 10,7 miliardi di euro ed hanno riguardato oltre 66 mila tra persone fisiche e società.

Inoltre fanno sapere dall’Agenzia delle Entrate, oltre 2 milioni di persone hanno ricevuto rimborsi per un totale di 1,6 miliardi di euro, di cui 680 mila erano contribuenti senza sostituto d’imposta che hanno presentato il 730 entro luglio.

Inoltre l’Agenzia fa sapere che per tutte le persone che hanno attivato il proprio numero di cellulare nei servizi per il cittadino, è stato possibile avvisarle del rimborso tramite un apposito messaggio istituzionale.

Per quanto riguarda invece le società i rimborsi hanno riguardato sia l’IVA che l’IRAP, con la base imponibile Irpef-Ires applicata al costo del lavoro.

Scende la pressione fiscale

Grazie ad interventi come quelli dei rimborsi, fanno sapere dall’Agenzia delle Entrate che la pressione fiscale nel 2017 dovrebbe scendere al 42,3%, in calo dello 0,3%, poco ma comunque qualcosa.

Per quanto riguarda le famigli italiane, nel corso del 2017 dovrebbero arrivare ulteriori agevolazioni grazie alle nuove norme introdotte dalla Legge di Stabilità.

Si tratta di risparmi calcolati dalla Cgia di Mestre intorno ai 2,9 miliardi di euro per le famiglie e 4,5 per le imprese, anche se non saranno omogenei ma a macchia di leopardo.

Riduzioni fiscali

Le riduzioni fiscali che dovrebbero abbassare la pressione fiscale nel 2017 riguardano, le proroghe alle detrazioni per le ristrutturazioni edilizie e gli interventi di risparmio energetico, i premi di produttività per i dipendenti del settore privato, il bonus bebè e l’incentivo culturale di 500€ per chi compie 18 anni.

Inoltre ci saranno anche la notax area per i pensionati, l’esenzioni fiscali per i terremotati, i buoni per gli asili nido, le detrazioni per l’cquisto di mobili ed elettrodomestici, i bonus di acquisto per gli studenti dei conservatori, le detrazioni Irpef e la riduzione del Canone Rai.