FCA: titolo in positivo grazie alle vendite record

Azioni FCA

Dopo le accuse contro Fiat Chrysler Automobilies, il titolo azionario sembra risalire grazie alle vendite record.Non è passato molto tempo dallo scontro Roma-Berlino su FCA: ma cos’era successo? Dalla Germania piovevano accuse per lo scandalo Dieselgate. Dopo il coinvolgimento di Volkswagen e la conseguente ammissione di colpa da parte dall’azienda produttrice di automobili tedesca, al centro del ciclone il paese della Merkel ha pensato di tirare Fiat, accusandola di aver nascosto importanti informazioni si dispositivi di spegnimento di alcuni veicoli. Allo scoppio dello scandalo ovviamente il titolo aveva registrato un calo, ma la fase ribassista sembra essere già finita.

Il titolo azionario Fiat Chrysler Automobilies si è ripreso prevalentemente grazie alle vendite record del mese di Dicembre dell’anno appena trascorso: secondo gli analisti le vendite di automobili nel nostro continente sarebbero aumentate di oltre il 13%. La percentuale di vendita dei veicoli Fiat è salita del 5,6% in un primo momento e del 6,2% in seguito: con dei risultati così positivi la quotazione non poteva che salire, nonostante il caos creato dallo scandalo Dieselgate.

Altro dato che assume particolare rilevanza a fini della Borsa è senza dubbio quello relativo alle immatricolazioni, che hanno registrato i seguenti aumenti:

  • + 10,2 per le automobili Jeep
  • + 11,8 per i veicoli Fiat
  • +1,5 per i veicoli Lancia/Chrysler
  • +43,7 per le storiche Alfa Romeo.

Solo in Italia le vendite Fiat Chrysler sono cresciute di oltre il 17%, e il merito come è chiaro negli ultimi giorni è dovuto sopratutto allo strabiliante numero di immatricolazioni riservate alle Alfa Romeo, che hanno trascinato il titolo sempre più in alto. Il risultato Fiat Chrysler oltre che per i titolo azionario si è dimostrato estremamente positivo anche per il mercato , dove ha battuto ogni aspettativa.

Fare previsioni appare al momento piuttosto difficile, anche e sopratutto perché lo scandalo Dieselgate si affaccia ancora troppo spesso: le indagini delle autorità competenti sapranno senza dubbio chiarire la situazione, scagionando definitivamente Fiat Chrysler, che è sostenuta da tutte le istituzioni italiane. Per quanto riguarda il titolo azionario, nel momento in cui si scrive Fiat registra un ulteriore rialzo dello 0,43.

Nella giornata di oggi ha aperto a 9.04, toccando un minimo di 9.00 e un massimo di 9,42; l’attuale quotazione è a 9,37 euro per azione.