Fare il giro del mondo in treno: in 56 giorni ben 4 continenti

Visitare l’intero globo, non prevede necessariamente l’ausilio dell’aereo. La maggior parte delle persone, sceglie questo mezzo di trasporto perché non conosce il ticket around the world by rail. Questa tipologia di biglietto consente di scoprire 14 paesi e ben 20 città, tutte rigorosamente a bordo di un grandissimo vagone. Un viaggio incredibile che ha al suo interno alcuni leggendari passaggi ferroviari, come quello della transiberiana per Ulan Bator, nella zona della Mongolia. Cosa prevede però il pacchetto completo?

L’idea di fare un giro del mondo interamente in treno è molto allettante perché, a differenza dell’aereo, il viaggio in treno permette ai viaggiatori di assaporare lo spostamento, ma anche la meta. Diverse agenzie britanniche sono specializzate in viaggi in treno e, alcune, hanno pensato ad un viaggio che durasse 56 giorni, percorresse 4 continenti, 5 grandi parchi nazionali e 20 incantevoli città. Ma come?

Cosa prevedono i ticket?

Sono diversi i giri turistici che prevede il ticket, tra cui: spostamenti in traghetto e in auto, 51 pasti inclusi tra colazioni, pranzi e cene, 42 pernottamenti in diversi hotel, una speciale notte in stile tradizionale yurta in Mongolia, permessi salta-fila per accedere a musei e attrazioni. In genere la partenza ed anche l’arrivo sono previsti da Londra per tutti i viaggiatori europei, ma è possibile considerare anche altre modifiche in relazione all’Italia (tra le tappe possibili, Roma e Venezia).

Il prezzo medio di questa tipologia di bisglietto è di 17.400 euro per una persona, ovvero un prezzo di circa 320 euro ogni giorno. Il viaggio non prevede i 3 fondamentali voli utili per spostarsi da Hong Kong fino a Perth e, bisogna anche considerare, che per una questione di tempo, per molti viaggiatori ci vuole una vita intera per un viaggio del genere.

Cosa prevede l’itinerario?

L’itinerario di questo biglietto vede il suo inizio a Londra, in Eurostar. Continua verso il sud toccando la Francia e l’Italia, prosegue risalendo in Austria e in Germania per arrivare infine in Danimarca e Finlandia. Il viaggio tocca anche le mete della Russia, della Mongolia, della Cina, di Hong Kong e dell’Australia. Affrontare un viaggio di questa portata non è però una passeggiata, richiede impegno, attenzione e, soprattutto, programmazione. Utile e propedeutica è l’esperienza di Massimiliano Loyola, visitando il sito www.ilgirodelmondoin40giorni.com potrai avere accesso a tutte le informazioni utili per organizzare la tua esperienza da sogno.