F2i ed Italmobiliare: pronto un miliardo per entrare in Edison, la quotazione del titolo sale.

Dopo le indiscrezioni filtrate negli scorsi giorni sull’interessamento di Italmobiliare e di F2i ad un investimento pesante in Edison, il titolo ha preso a guadagnare a Piazza Affari, facendo registrare anche oggi un aumento dello 0,91% portandosi a quota 0,772€.

Si tratta di valori che Edison non faceva registrare da oltre un anno a questa parte, il che significa il grande apprezzamento per l’operazione da parte dei mercati.

Ancora non sono noti i particolari dell’operazione, soprattutto per quanto riguarda le quote che rivestiranno F2i ed Italmobiliare nell’affare, che potrebbero essere alla pari con un 50 e 50.

Ancora non sono noti piani di Edf, la società francese che possiede Edison, che seppur navighi in cattive acque con un monte debiti sempre più alto, potrebbe scegliere al posto della cessione lo strumento dell’aumento di capitale.

Intanto anche il titolo Italmobiliare beneficia delle situazioni e sale a quota 42,2€, sempre più lanciato verso i massimi storici annuali.

F2i e Italmobiliare, chi sono?

Per quanto riguarda la storia di F2i ed Italmobiliare, quest’ultima è la holding della famiglia Pesenti, che dopo il grande affare della vendita di Italcementi per 1,67 miliardi di euro, è diventata il terzo azionista proprio della società che l’ha comprata, HeidelbergCement.

La holding oggi si presenta sul mercato con quasi 1 miliardo di cash pronto ad essere investito, parte del quale potrebbe trovare utilizzo proprio nell’affare Edison con Edf.

Per quanto riguarda F2i invece è il Fondo italiano per le infrastrutture guidato da Renato Ravelli, costituito nel 2007 ed attivo nelle TLC, nel settore autostradale ed aeroportuale, nel settore energetico, in particolare nella distribuzione di gas naturale e nelle energie rinnovabili.