Enel e IP: colonnine sperimentali per il rifornimento delle auto elettriche nelle stazioni di servizio

Partirà da Roma e Milano il progetto pilota per il rifornimento delle auto elettriche all’interno dei normali distributori di benzina, gasolio e metano API IP, in tutto 6, tre per città.

Il progetto si avvarrà della collaborazione tra gli impianti di distribuzione della IP e la tecnologia sperimentale di ENEL, in grado di ricaricare un’auto elettrica di media cilindrata in appena 20 massimo 30 minuti.

Questa prima fase sperimentale durerà fino alla fine della primavera, quando verranno stilati i risultati dell’operazione ed eventualmente si darà inizio all’installazione su larga scala.

L’accordo siglato da API IP con ENEL si posiziona sulla stessa strada tracciata dall’accordo con SNAM, per la realizzazione di 150 nuovi punti di rifornimento a metano, riconvertendo altrettanti stazioni IP attualmente in crisi o disuso.

L’Amministratore delegato dell’ENEL Starace fa sapere quanto questo progetto rifletta la politica di ENEL, sulla riduzione dell’inquinamento atmosferico e sull’innovazione tecnologica. Infatti la nuova tecnologia per le ricariche super veloci è stata sviluppata grazie ad un progetto in sinergia con il Politecnico di Milano.

Enel e IP, distributori energia elettrica: futuro e presente

Il nuovo progetto di ENEL ed API IP fa intravedere come l’auto elettrica possa finalmente iniziare a diffondersi proprio dal 2017, anno in cui potrebbe partire la sperimentazione su larga scala.

Allo studio ci sono interessanti progetti di riconversione di moltissime stazioni di rifornimento oggi inutilizzate o in profonda crisi, che oltre alle colonnine per le ricariche veloci potrebbero ospitare molte attività diverse.

L’idea di fondo è che il guidatore, dovendo attendere almeno 20 minuti per la ricarica, potrebbe nel frattempo usufruire di servizi come bar, ristoranti, tavole calde, negozi di vario genere o supermercati.

Sembra proprio che l’auto elettrica potrebbe significare la rinascita delle stazioni di rifornimento come veri e propri mini centri commerciali.